Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVIII, 17 - 31 maggio 2017

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Vivere alla Grande di Fabio Leli
Arlecchino Notturno di Paolo Jamoletti
Gramsci, la forma della memoria di Paolo Isaja e Maria Pia Melandri
 Scadenze
17 maggio

États généraux du film documentaire

26 maggio

Camden International Film Festival (CIFF)

31 maggio

MoliseCinema

Message to Man International Film Festival

Reggio Film Festival

Doclisboa

1 giugno

Rencontres Internationales Sciences et Cinémas (RISC)

4 giugno

Un festival c'est trop court - Nice Film festival

10 giugno

Cinema di frontiera

15 giugno

Viva Film Festival


Fino al 26 maggio

Bando Residenze in archivio

"Re-framing home movies / Residenze in archivio" è un percorso di formazione e produzione riservato a giovani artisti e filmmaker under 35 e finalizzato alla creazione di tre nuove opere filmiche interamente realizzate a partire da materiali d'archivio amatoriali. Il progetto, sostenuto attraverso il bando S'Illumina SIAE/MIBAC, è promosso da Archivio Cinescatti / Lab80 (Bergamo), Cineteca Sarda / Società Umanitaria (Cagliari) e Archivio Superottimisti / Associazione Museo Nazionale del Cinema (Torino) e prevede la rielaborazione di film di famiglia messi a disposizione dalle tre strutture. Un giacimento di film di origine privata, girati in pellicola nei formati 9,5mm Pathé Baby, 16mm, 8mm, Super8 tra gli anni '20 e gli anni '90 del Novecento da cineamatori e cineamatrici che hanno impugnato la cinepresa e documentato il loro quotidiano nel corso del secolo. I partecipanti, attraverso masterclass con esperti internazionali, momenti di workshop e un periodo di residenza in archivio, avranno la possibilità di riflettere sulle caratteristiche specifiche di queste immagini private e sulle diverse modalità di rielaborazione per produrre nuove opere filmiche che ne forniscano una lettura originale e creativa. Per partecipare alla selezione si prega di inviare entro il 26 maggio una e-mail a info@residenzeinarchivio.it allegando il proprio CV, una lettera di motivazione e un eventuale portfolio di lavori già realizzati. Per la partecipazione è indispensabile una buona conoscenza dell'inglese. Alla fase di preselezione seguirà un colloquio individuale e la selezione finale sarà annunciata entro il 5 giugno. Il progetto prevede 3 sessioni intensive di due giorni che si svolgeranno nel mese di giugno, nelle tre sedi di Bergamo, Torino e Cagliari. È richiesta la presenza a tutte e 3  le sessioni. La residenza, della durata di una settimana, si svolgerà nel mese di luglio. Ogni partecipante sarà ospitato in uno dei tre archivi al fine di visionare e individuare le collezioni filmiche sulle quali lavorare. Tutte le spese di viaggio, vitto e alloggio per la partecipazione alle sessioni e alla settimana di residenza sono a carico del progetto. A partire dalle suggestioni emerse dalla visione del materiale, ai partecipanti sarà richiesto di sviluppare un'idea progettuale che dovrà essere realizzata entro la fine del mese di novembre. Ogni partecipante sarà seguito da un tutor che lo supporterà dal punto di vista creativo, tecnico e archivistico. Le opere saranno presentate entro la prima metà di dicembre in un evento pubblico in una delle sedi del progetto.


Viva Grifi

Una rassegna di tre giorni dedicata al cineasta più rappresentativo del cinema underground e militante italiano Aberto Grifi. Le proiezioni saranno accompagnate da interventi di : Roberto Silvestri, Annamaria Licciardello, Adriano Aprà, Stefania Rossi, Alessandra Vanzi, Roberto Perpignani e altri. Da Verifica incerta (1964, 30’), un massacro cinematografico di film hollywoodiani famosi rimontati pensando al Dada, presentato per la prima volta a Parigi suscitò, suscitando l'entusiasmo di Marcel Duchamp, Man Ray, Max Ernst. a  In viaggio verso Alberto Grifi (17’, 2013) di canecapovolto Un'intervista di Canecapovolto ad Alberto Grifi con Roberto Silvestri. E poi Il grande freddo (1971, 20’), un film sulla pittura e la sua negazione. Qui l’evento sul noto social. A questo link il programma completo.


Matera, 22 aprile - 15 settembre

Luce – L’immaginario italiano a Matera

La Fondazione Sassi organizza nella città dei Sassi la mostra dell’Istituto Luce - Cinecittà : video e immagini che raccontano come si è mostrata l’Italia dal 1924 e che rivelano il Paese reale . Un’ampia sezione, ospitata nei locali della Fondazione Sassi, è dedicata alla città di Matera e alla Basilicata. La mostra, a cura di Gabriele D’Autilia (curatore scientifico e testi) e di Roland Sejko (curatore artistico e regia video), si potrà visitare fino al 15 settembre in due sedi espositive : l’ex Ospedale di San Rocco – in piazza San Giovanni – ospiterà video, fotografie, istallazioni e pannelli esplicativi dedicati all’Italia ; la Fondazione Sassi - in via San Giovanni Vecchio n.7 nel rione Sasso Barisano – ospiterà materiale video e fotografico, anche inediti, sulla città dei Sassi e la Basilicata. La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni. Per informazioni su orari, biglietti e modalità di visita si può consultare il sito della Fondazione Sassi.

http://www.fondazionesassi.org


Partnership tra il SalinaDocFest e Il Documentario

E’ stata siglata la Mediapartership tra il nostro portale e il festival di documentario narrativo fondato e diretto da Giovanna Taviani. “Sarà un'edizione speciale” - dichiara Giovanna Taviani - “totalmente dedicata ai giovani, nuovi protagonisti del Mediterraneo. Dai minori non accompagnati che arrivano sulle nostre sponde, ai figli delle nostre famiglie costretti ad emigrare per essere riconosciuti altrove; ai giovani immigrati di terza generazione che decidono di lasciare l’Europa per arruolarsi nell’Isis, ma anche a quelli che dicono no e che ogni giorno combattono per rendere fertile la terra in cui vivono. Tutti insieme per riflettere, attraverso il cinema, sul patto generazionale tra padri e figli, che mai come in questo momento sembra essersi interrotto, e sulla ricerca di terre fertili da parte dei giovani che non vogliono arrendersi a un mondo sbagliato.” La prossima edizione della manifestazione siciliana si terrà a Salina (Isole Eolie - Messina) dal 24 al 29 giugno.

http://www.salinadocfest.it

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

C'era una volta...il "concept film". E ci sarà per sempre.

"I veri film d'insegnamento devono essere molto corti, trattare un argomento preciso, e poter essere proiettati parecchie volte di seguito." Così scriveva molti anni fa Jean Painlevé (P. Thévenard - G. Tassel, Le cinéma scientifique français, Paris, 1948, p. 99). Painlevé, figlio di un famoso matematico e anche primo ministro francese, è uno dei padri del cinema scientifico moderno: realizzò più di duecento documentari, nel 1930 fondò a Parigi l'Institut de Cinématographie Scientifique e fu cofondatore nel 1947 dell'Association Internationale du Cinéma Scientifique. (...).

Critica doc

di Nicola Quinzani

My Beautiful Broken Brain

di Lotje Sodderland, Sophie Robinson (GB, 2014, 86')

Lotje è una dinamica e creativa donna di 34 anni, vive a Londra e lavora nel settore dell'arte visiva e delle relazioni sociali. Dopo una serata passata con gli amici a vedere i fuochi d'artificio, la giovane ritornerà nel suo appartamento e avrà un ictus. Fino a questo punto, sono la finzione e le parole dei testimoni a ricostruire i fatti accaduti. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

34° Torino Film Festival

Houses Without Doors

di Avo Kaprealian (Siria/Libano, 2016, 90’)

LLLaLa guerra vista da un balcone. Come in una famosa sequenza de Il pianista di Polanski, Kaprealian spia in campo lungo la vita quotidiana del quartiere Al Midan, ad Aleppo. Il traffico, l’avanzare guardingo dei passanti, un funerale, le sirene della polizia, le esplosioni notturne. Ma anche inattese epifanie, come il battito d’ali di una colomba. (...)

SalinaDocFest

Il SalinaDocFest 2017 prevederà una giornata interamente dedicata all'UNHCR, da quest'anno nuovo patrocinatore del festival, e alle scuole (con il Patrocinio del CIDI). Fra gli ospiti Carlotta Sami (Senior Regional PI officer UNHCR), il giornalista Giovanni Maria Bellu (Presidente dell'Associazione Carta di Roma) e Pippo Delbono. In questa occasione sarà proiettato il docucorto “Chefinefaranno”, realizzato dalle scuole medie superiori di Enna, con la supervisione di Giovanna Taviani e Davide Gambino, sull'incontro tra gli studenti ennesi e i minori non accompagnati del Centro di Accoglienza di Pergusa e di Aidone. Questo e molto altro al Salinadocfest 2017 - il Festival del documentario narrativo - dal 24 al 29 giugno Salina, Isole Eolie: un'edizione dedicata come sempre agli invisibili, che quest'anno ha deciso di coinvolgere nella sua realizzazione tutti gli amici delle Isole e del documentario italiano con il lancio, per la prima volta di una campagna di crowdfunding, attualmente in preparazione. Continua in Notizie.


Due mostre che celebrano Zavattini

Segnaliamo due mostre che si inaugurano in questi giorni: a Brescia, inaugurata il 21 aprile e aperta al pubblico fino al 18 giugno "Buongiorno Italia"; a Reggio Emilia "Un paese. La storia e l’eredità" sarà inaugurata il 5 maggio e resterà aperta dal 12 maggio al 9 luglio. A Brescia al musil - Museo dell’Industria e del Lavoro si attinge al fondo della Gamma Film per riportare alla luce due importanti progetti di film d’animazione degli anni Sessanta, Buongiorno Italia e La lunga calza verde, basati sulla sceneggiatura di Cesare Zavattini e la direzione di Roberto Gavioli,  per offrire al visitatore una mostra esclusiva e di grande valore storico-culturale. A Reggio Emilia, alla Fondazione Palazzo Magnoni, nel quadro di "Fotografia Europea 2017" sarà inaugurata la Mostra Paul Strand e Cesare Zavattini. Un paese. La storia e l’eredità. Nel catalogo della mostra segnaliamo uno scritto di Virgilio Tosi, ʻCome ho visto nascere "Un paese". Vi initiamo ad andare nel nostro archivio per leggere le puntate della rubrica di Virgilio dove si parla di Zavattini.


Cinéma du Reel

Si è conclusa la 39esima edizione del Cinéma du Réel, quest'anno segnata da uno sciopero attuato dal personale del Centre Pompidou; a causa dell'agitazione parte delle proiezioni sono state annullate e in parte trasferite al Forum des Images. Nella “Compétition Internationale” tra i film in concorso segnaliamo "Paris est une fête  – un film en 18 vagues" di Sylvain George , film importante, su quanto sta avvenendo in questi mesi a parigi e non solo, tra rifugiati, sans papiers, cariche della polizia e manifestazioni cittadine. Qui potete vedere l'incontro con il regista dopo la prima mondiale (in francese) https://youtu.be/R6v9DCSZdK0 .

Qui invece il fotoreportage dal festival: http://tinyurl.com/39Cinemadureel


Il palmares di Visions du Réel

Si è conclusa la 48ma edizione di Visions du Reel con l'addio del direttore Luciano Barisone. Tra i film premiati, due gli italiani, "Upwelling" di Silvia Jop e Pietro Pasquetti premiato tra i lungometraggi, e "Yvonnes" di Tommaso Perfetti tra i mediometraggi. Qui trovate tutti i film vincitori e le menzioni.


Proteste per la nuova legge sul cinema in Portogallo

In Portogallo, un collettivo di registi, produttori, attori, tecnici e distributori, ha scritto una lettera aperta al governo portoghese e ha ricevuto il sostegno da parte del settore comunità internazionale. L'attuale governo portoghese - ostaggio di pressioni esercitate da parte degli operatori TV - sta per approvare infatti la nuova legge sul cinema che rischia di mettere in pericolo l'esistenza del cinema stesso nel Paese, a causa anche dei meccanismi per la scelta delle commissioni che finanzieranno le opere. Riceviamo la lettera che con sollecitudine pubblichiamo.

 

LETTER OF PROTEST AND SOLIDARITY

For decades Portugal has distinguished itself in the international film world. Despite being a small country with a miniscule national film market (less than a dozen national feature films are distributed in theatres per year) the percentage of Portuguese films that are shown in international festivals is very high. (...)

 Continua in Notizie.

   

Copyright © 2000-2017  ildocumentario.it

www.reliablecounter.com
mastering dubstep