Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVIII, 29 luglio - 31 agosto 2017

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Full circle, the Kostabi story di Sabrina Digregorio
 Scadenze
24 luglio

FIDOCS - Festival Internacional de Documentales de Santiago

31 luglio

Festival Internazionale di Mar del Plata

Tokyo Docs

Analogica

1 agosto

IDFA - International Documentary Film Festival Amsterdam

7 agosto

Sundance Film Festival

20 agosto

Rassegna Meridiano Zero

1 settembre

Rotterdam International Film Festival

5 settembre

Bando CSC doc

15 settembre

Torino Film Festival

River to River. Florence Indian Film Festival

30 settembre

Bando Cinema e Audiovisivi MArtelive


L’eredità di Alberto Grifi

Fino a poco prima della sua morte il cineasta sperimentale Alberto Grifi ha girato l’Italia tenendo workshop e seminari, partecipando ad assemblee e incontri, promuovendo gruppi di video-attivismo, in cui, oltre a diffondere e rimaneggiare instancabilmente le proprie opere, ha formato e ispirato una generazione di filmmaker. Molte delle persone che hanno frequentato Grifi nell’ultimo periodo della sua vita hanno girato materiale audiovisivo con lui e su di lui nelle più disparate situazioni: registrazioni preziose perché testimoniano la portata dell‘eredità lasciata dall’autore di Anna e insieme dimostrano quanto fosse in grado di stimolare, a livello umano e politico, creatività e senso critico in chi lo ascoltava. Accanto all’enorme e significativo archivio di Alberto Grifi esiste dunque un nutrito archivio di materiali su e con Alberto Grifi, da preservare e diffondere. Il progetto “L‘eredità di Grifi” si propone di raccoglierlo con l’idea di utilizzarlo per la realizzazione di un film collettivo.

Qui la pagina web dedicata al progetto:

https://www.openddb.it/


SalinaDocFest 2017, doppia vittoria per "The Good Intentions"

L'11a edizione del SalinaDocFest si è chiusa con l'assegnazione del Premio Tasca d'Almerita 2017 per il miglior documentario al film The Good Intentions firmato da due giovanissimi registi, Beatrice Segolini e Maximilian Schlehuber. Così ha deciso la giuria composta da Dyane Gayé, Enrico Magrelli, Franco Piavoli e Cristiano Travaglioli, per una volta in perfetto accordo con il pubblico dell'isola, che con il suo voto assegna al film anche il Premio Signum 2017. Premiato per il miglior montaggio Upwelling - La Risalita Delle Acque Profonde di Pietro Pasquetti e Silvia Jop. Vita Nova di Danilo Monte e Laura D'Amore si aggiudica il Premio SIAE SDF, mentre Le porte del paradiso di Guido Nicolás Zingari si aggiudica una doppia menzione. In Notizie tutti i premi. Giovanna Taviani ha lanciato pubblicamente un appello concordato durante la tavola rotonda sui diritti del documentario d'autore, a cui hanno partecipato Enrico Magrelli (Commissione MIBACT di selezione progetto MigrArti), Stefano Missio (regista), Roberto Pisoni (Direttore Sky Arte), Luca Scivoletto (Consiglio Direttivo 100 Autori e documentarista) e Andrea Purgatori (giornalista, sceneggiatore e consigliere di gestione SIAE): Vista la nuova legge sul cinema, è opportuno che il governo che ha deciso di investire anche sul cinema del reale preveda una quota obbligatoria di programmazione nel contratto di servizio con la Rai, per garantire al cittadino spettatore una finestra sul cinema del reale. Per questo, il Salinadocfest lancia un appello forte al Paese affinché anche la Rai si adegui ai canali della Comunità europea.

Guarda qui il foto reportage dal festival:

http://tinyurl.com/SalinaDocFest2017

Guarda qui la playlist con i video:

http://tinyurl.com/XI-SalinaDocFest

 

Continua in Notizie. Il sito ufficiale della manifestazione è: www.salinadocfest.it


Sheffield Doc/Fest 2017

Dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Dal 9 al 14 giugno le strade di Sheffield si sono colorate di arancione. La 24a edizione dello Sheffield Doc/Fest ha letteralmente invaso la città inglese occupando cinema, musei, piazze e palazzi. La seconda edizione sotto la direzione di Liz McIntyre. (...) Numerose e notevoli le opportunità di incontro al Festival, tra cui: Walter Murch (il montatore de Il Padrino, Apocalypse Now, Il Paziente Inglese) che ha raccontato la sua esperienza di montatore e gli aspetti specifici per affrontare il montaggio di un film documentario; Peter Greenaway che ha parlato del suo lavoro di regista e delle forme che l’arte può prendere in risposta ai cambiamenti socio politici; Stacey Dooley, che con la sua serie su BBC3  (Stacey Dooley investigates) è riuscita ad avvicinare un pubblico giovane a tematiche politico/sociali; Jessica Brillhart che ha presentato i suoi ultimi lavori nel campo VR, un nuovo passo verso la creazione di un linguaggio per questo nuovo mezzo di comunicazione. A sorpresa un incontro con Oliviero Toscani. Continua in Notizie.

 

Guarda qui il foto reportage dal festival.

Guarda qui i nostri video dal festival.


"Cicciolina. L'arte dello scandalo" in DVD

Per il 65esimo compleanno di Ilona Staller, alias Cicciolina, il canale tedesco Arte ha mandato in onda il film documentario "La Cicciolina. Godmother of Scandal", diretto dall'italo tedesco Alessandro Melazzini. Il film è composto da una gran quantità di introvabile materiale di repertorio che Melazzini ha scovato negli archivi di mezzo mondo. Agli spezzoni si alternano una serie di interviste ai testimoni storici dell'epoca. Il documentario è da poco disponibile in DVD su Amazon Italia e presso Mondadori. https://www.amazon.it/dp/3000558314


Mia madre fa l'attrice su Rai1

La commedia/documentario diretta dal regista Mario Balsamo andrà in onda in prima visione tv su Rai1 domenica 13 agosto nell'ambito di Speciale Tg1. Nel cast della pellicola c'è lo stesso regista Mario Balsamo e sua madre ottantacinquenne, l'attrice Silvana Stefanini, nota per aver recitato nel film del 1954 "La barriera della legge" del regista Piero Costa con Rossano Brazzi.


IX edizione del World Fest Fest

Il World Fest Fest, Festival delle feste, è un concorso dedicato ai "Corti-documentari" con tema le feste e le tradizioni popolari di ieri e di oggi. Il Festival è la punta di un progetto più vasto di raccolta della memoria del folclore (musiche, balli, tradizioni) da ogni parte del mondo: Fucinafolk. Il Festival ha al suo interno due sezioni: FEST.DOC strettamente dedicata alla tradizione popolare, FEST.FICTION sezione dedicata alla creatività del regista e dello sceneggiatore sul tema più generale della "festa". La scadenza per l'invio dei lavori è il 31 luglio.

http://worldfestfest.blogspot.fr/


Matera, 22 aprile - 15 settembre

Luce – L’immaginario italiano a Matera

La Fondazione Sassi organizza nella città dei Sassi la mostra dell’Istituto Luce - Cinecittà : video e immagini che raccontano come si è mostrata l’Italia dal 1924 e che rivelano il Paese reale . Un’ampia sezione, ospitata nei locali della Fondazione Sassi, è dedicata alla città di Matera e alla Basilicata. La mostra, a cura di Gabriele D’Autilia (curatore scientifico e testi) e di Roland Sejko (curatore artistico e regia video), si potrà visitare fino al 15 settembre in due sedi espositive : l’ex Ospedale di San Rocco – in piazza San Giovanni – ospiterà video, fotografie, istallazioni e pannelli esplicativi dedicati all’Italia ; la Fondazione Sassi - in via San Giovanni Vecchio n.7 nel rione Sasso Barisano – ospiterà materiale video e fotografico, anche inediti, sulla città dei Sassi e la Basilicata. La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni. Per informazioni su orari, biglietti e modalità di visita si può consultare il sito della Fondazione Sassi.

http://www.fondazionesassi.org

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

C'era una volta...il "concept film". E ci sarà per sempre.

"I veri film d'insegnamento devono essere molto corti, trattare un argomento preciso, e poter essere proiettati parecchie volte di seguito." Così scriveva molti anni fa Jean Painlevé (P. Thévenard - G. Tassel, Le cinéma scientifique français, Paris, 1948, p. 99). Painlevé, figlio di un famoso matematico e anche primo ministro francese, è uno dei padri del cinema scientifico moderno: realizzò più di duecento documentari, nel 1930 fondò a Parigi l'Institut de Cinématographie Scientifique e fu cofondatore nel 1947 dell'Association Internationale du Cinéma Scientifique. (...).

 

Critica doc

di Elisa Carrara

Un paese di Calabria

di Shu Aiello e Catherine Catella (Francia/Italia/Svizzera, 2016, 90')

A volte non è necessario guardare troppo lontano per accorgersi di quello che accade: basta avere la capacità e l’umiltà di osservare, per notare ciò che di buono c’è intorno a noi. Riace è per la maggior parte delle persone solo il paese dei celebri bronzi, arrivati dal mare, come un dono inaspettato, che ha fornito lavoro e prestigio ad un piccolo comune calabrese. (...).

Deadline per iscrizioni Torino Film Festival

Sono aperte le iscrizioni dei film al prossimo 35° Torino Film Festival (24 novembre - 2 dicembre 2017). Fino al 15 settembre incluso sarà possibile inviare i vostri film per la selezione. Maggiori informazioni cliccando qui

http://www.torinofilmfest.org


Il documentario incontra luoghi e popoli della Cooperazione

Entro il 20 agosto è possibile partecipare al bando per la selezione di film documentari per la rassegna “meridiano ZERO” che sarà dedicata ai Paesi prioritari della Cooperazione italiana, con un focus su tre aree tematiche di riferimento. MAggiori informazioni qui:

http://www.aics.gov.it


Bando CSC doc

E' aperto il bando per il corso di Documentario del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo: i candidati per i 12 posti devono avere un’età compresa tra i 21 e i 27 anni. Il corso ha una durata di tre anni e offre una elevata specializzazione come autori e produttori nel campo del Cinema Documentario. Oltre a disporre di un auditorium (sala bianca) di 100 posti, un cinema (Sala Blu) di 60 posti, 2 sale montaggio e diverse postazioni di post produzione audio, video e color correction, è dotata delle più sofisticate attrezzature e tecnologie per la produzione cinematografica.  È possibile candidarsi online (è l’unica procedura accettata) a questo link: https://goo.gl/L1Wvsd. Il bando si chiuderà il prossimo 5 settembre. Per maggiori informazioni è possibile scrivere a: infoscuola@fondazionecsc.it  o palermo@fondazionecsc.it , oppure telefonare 091.7099107.


Bando per TokyoDocs

Scade il 31 luglio il bando per partecipare ai TokyoDocs, importante appuntamento per le coproduzioni internazionali, giunto alla sua settima edizione.

http://tokyodocs.jp/


Bando Cinema e Audiovisivi MArtelive

Il bando è aperto a tutti gli artisti emergenti under 39 di Cinema e Audiovisivi: cinema, videoclip, videoarte, da consegnare entro e non oltre il 30 settembre.

http://www.marteawards.it


Emilio, la rivista del documentario

E’ nato Emilio, rivista dedicata al mondo del documentario con particolare attenzione alla produzione emiliano-romagnola. Documentario di creazione, biopic, inchiesta, indagine storica, riflessione saggistica o sguardo poetico, Emilio indaga sui molteplici aspetti del documentario soffermandosi sui modelli di realizzazione, sulle curiosità, sui mezzi di diffusione e sulla passione per la cultura documentaristica.

http://www.emiliodoc.it


"I mondi di Miyazaki" di Matteo Boscarol

È uscito in libreria I mondi di Miyazaki. Percorsi ed esplorazioni negli universi animati dell’artista giapponese, un libro di Matteo Boscarol. L’autore del libro per il nostro portale ha curato alcune puntate di "Corrispondenze" sul documentarioin Giappone.


Cecilia Mangini - Visioni e Passioni

Fotografie 1952-1965

Dal 31 maggio al 10 settembre le fotografie della grande autrice del cinema documentario italiano in mostra per la prima volta a Roma, al Museo delle Civiltà - Museo delle Arti e Tradizioni Popolari. Un percorso, quello della mostra, che segue l'avventura fotografica di Cecilia Mangini: Panarea e il bianco abbacinante delle cave di pomice di Lipari, la Puglia sospesa tra tradizione e consumismo (con le immagini della Fiera del Levante del 1960), la Firenze popolare che diventerà poi protagonista del documentario La Firenze di Pratolini, le periferie milanesi. Senza dimenticare la straordinaria trasferta nel Vietnam del 1965 - di cui si espongono una dozzina di foto mai viste prima, appartenenti all'archivio privato dell'autrice e ritrovate solo di recente - per la preparazione (insieme al compagno di vita e lavoro Lino Del Fra) di un film mai realizzato; e ancora, una galleria di ritratti dei grandi del tempo (da Pasolini a Moravia, da Fellini a Carlo Levi, da Montanelli a Flaiano, da Chaplin a Steinbeck, da John Huston a Malaparte) e gli scatti dal set di La legge, fotografie di backstage scattate su un grande set dimenticato, quello de La Legge, che nel 1958 riunì a Carpino, nell'entroterra del Gargano, il regista Jules Dassin e le star Gina Lollobrigida, Marcello Mastroianni, Yves Montand, Melina Mercouri e Pierre Brasseur.

   

Copyright © 2000-2017  ildocumentario.it

www.reliablecounter.com
mastering dubstep