Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

  Anno XXII, 10 - 31 gennaio 2021

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Riscrivendo la storia nel tempo libero di Paolo Isaja e Maria Pia Melandri
 Scadenze
13 gennaio

Tribeca Film Festival

IndieLisboa

14 gennaio

DocAviv

15 gennaio

FID Marseille - Festival International du Documentaire de Marseille

Sheffield Doc/Fest

20 gennaio

DOXA Documentary Film Festival

29 gennaio

Bergamo Film Meeting

31 gennaio

Krakow Film Festival

10 febbraio

Trento Film Festival

15 febbraio

Rencontres du moyen métrage de Brive

19 febbraio

Palm Springs International ShortFest & Film Market

26 febbraio

Moscow International Film Festival

28 febbraio

Karlovy Vary

1 marzo

Molodist

26 marzo

Festival de Cannes


Addio a Michael Apted

Il regista britannico Michael Apted , famoso in patria per la sua serie di documentari "Up", è morto venerdì 8 gennaio all'età di 79 anni. Michael Apted aveva diretto numerosi film di finzione, tra cui La ragazza di Nashville un episodio della saga di James Bond Il mondo non basta, con Pierce Brosnan e Sophie Marceau . Ma Apted verrà sempre ricordato per la sua rivoluzionaria serie di documentari Up , dove filmò ogni sette anni l'evoluzione di 14 piccoli britannici di diversa estrazione socio-economica, dai loro sette anni nel 1964, fino al loro 63 anni.

 7-63 Up UK - Season 1 Episode 1

https://youtu.be/bHXVsQfw4AE

The full 63 Up set of three parts is available on BritBox, at least in the UK:

https://www.britbox.co.uk/series/63_Up_46515

Filme-do-dia-63-up

https://magiadoreal.blogspot.com/2020/09/filme-do-dia-63-up-2019-michael-apted.html

The New York Times Cosa succede ora al progetto "Up" di Michael Apted?

https://www.nytimes.com/2021/01/14/


Visions du Réel omaggia Carrère

Il festival svizzero Visions du Réel rende omaggio allo scrittore e filmmaker francese Emmanuel Carrère con l'Honorary Award (già Prix Maître du Réel), che prevede una Masterclass, la Carte Blanche e la presentazione del suo documentario Retour à Kotelnitch (2003). Il premio sarà consegnato durante la 52ma edizione del Festival (15-25 aprile), partner dell'iniziativa sono la Cinémathèque suisse e l'ECAL di Losanna.


Addio a Dimitri Eipides

Il Salonicco International Film Festival e la sua gente diano l'addio a Dimitri Eipides, creatore e fondatore del Festival documentario di Salonicco, e per anni direttore dell'istituzione. Nel 1971 fondò il Montreal Film Festival e lo diresse per 14 anni. Dal 1988 fino a poco tempo fa è stato membro del Toronto International Film Festival, come capo del programma internazionale. Dal 2005 al 2010 è stato capo programmatore del Reykjavik International Film Festival. Nel 1993 il ministro della cultura iraniano gli ha conferito un premio onorario riconoscendo il suo contributo alla promozione del cinema iraniano a livello internazionale. Era l'amato zio Dimitri dei registi iraniani.

Nel 1999, ha fondato il Festival del documentario di Salonicco e il nostro portale sul cinema documentario www.ildocumentario.it è stato media partner ufficiale della manifestazione. Tutta la nostra redazione portge le più sincere condoglianze alla sua famiglia.


WEMW 2021

La prossima edizione del Forum di Co-produzione di WEMW si terrà dal 24 al 28 gennaio prossimi. Al Forum partecipano produttori provenienti da Europa, Israele, Nord America e Sud America. I progetti sono lungometraggi di finzione o documentari in sviluppo con possibilmente il 10% del budget totale già garantito. WEMW è organizzato ancora una volta dal Fondo per l’Audiovisivo del FVG in collaborazione con Trieste Film Festival, EAVE, Creative Europe Desk Italy e grazie al prezioso e costante supporto di Europa Creativa/MEDIA Programme, MIBACT -Direzione Generale per il Cinema, CEI – Central European Initiative, Film Center Serbia e la Regione Autonoma del Friuli Venezia Giulia. Il focus 2021 su Israele e Italia è in collaborazione con Israel Cinema Project, Rabinovich Foundation e MIBACT – Direzione Generale per il Cinema.

http://www.wemw.it/2010/09/19


Alpi Film Lab

 Il Museo Nazionale del Cinema e la Bonlieu Scène Nationale Annecy lanciano ALPI FILM LAB, un’inedita iniziativa di formazione, sviluppo ed educazione finanziata nell’ambito del programma Interreg Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. ALPI FILM LAB nasce dalla collaborazione tra TorinoFilmLab, laboratorio annuale che supporta talenti internazionali attraverso attività di formazione, sviluppo e finanziamento, e Annecy Cinéma Italien, il più importante festival francese dedicato al cinema italiano contemporaneo. ALPI FILM LAB si svilupperà attraverso due percorsi formativi: uno rivolto a produttori e professionisti del cinema emergenti e uno dedicato a liceali e studenti universitari italiani e francesi. Il percorso di formazione per professionisti consiste in un programma annuale incentrato sullo sviluppo di 8 progetti di lungometraggi (fiction, documentari e animazione) con un potenziale di coproduzione transfrontaliera. Ogni anno verranno selezionati 24 partecipanti (12 francesi e 12 italiani) per ampliare le proprie capacità e competenze nell’ambito della produzione cinematografica, e lavorare insieme sperimentando una coproduzione internazionale simulata, guidati da un team di tutor e mentori rinomati.

Alpi Film Lab ha un budget complessivo di 797.550 €. L’iniziativa è supportata da Interreg-ALCOTRA 2014-2020, programma di cooperazione transfrontaliera dell’Unione Europa che mette in relazione il territorio alpino tra Francia e Italia.

http://www.torinofilmlab.it


Cinemambiente Junior

Dal 29 gennaio al 15 aprile 2021, i venerdì di Cinemambiente Junior sono dedicati alle Scuole. 10 film e incontri a tema ambientale interamente online aperta al pubblico scolastico su tutto il territorio nazionale. Le proiezioni sono gratuite previa prenotazione obbligatoria. Alle classi prenotate verrà comunicata una password con cui sarà possibile accedere alla proiezione in qualunque momento nell’arco della programmazione settimanale del film prescelto. Per informazioni e prenotazioni:

E-mail: junior@cinemambiente.it

http://www.cinemambiente.it

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Joris Ivens a Roma: una sua lezione diventata un documentario

Il protagonista di questa puntata è Joris Ivens. Il lettore o lettrice che non conosca il nome di questo maestro della storia del cinema documentario può averne una introduttoria informazione cliccando qui per leggere la puntata n. 6 intitolata Joris Ivens, cittadino del mondo, anche senza passaporto, messa in rete nel 2013. Se poi volesse approfondire la conoscenza di questo straordinario cineasta può consultare il mio libro Joris Ivens - Cinema e utopia, 2002, Roma, Bulzoni editore. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

Il sogno di Samira

di Nino Tropiano (Italia/Irlanda/Svizzera, 2020, 88’)

Samira è sempre in viaggio, a piedi o su autobus sovraffollati. Un percorso che è allo stesso tempo fisico e mentale. Parte da Nungwi, un villaggio di pescatori all’estremo nord di Zanzibar, in una cultura profondamente maschilista e conservatrice. A 21 anni, sogna di diventare moglie e madre come tutte le sue amiche; ma vuole anche accedere all’università e diventare insegnante, convinta che “non ci sia nessuna cosa fatta da un uomo che una donna non sappia fare.” (...)

Corrispondenze

di Mario Brenta

Autori, critici e critici-autori

Questa mia riflessione nasce da un incontro avvenuto qualche anno fa a Firenze dove, nell’ambito della rassegna cinematografica France Cinéma, era stata organizzata una tavola rotonda intitolata un po’ polemicamente “autori vs critici”, perché faceva non solo una divisione di campo, ma creava già in partenza un’opposizione. In quell’occasione ci siamo ritrovati autori e critici, francesi e italiani, e abbiamo discusso sul tema, però assumendo dei ruoli un po’ insoliti: ad esempio noi autori dovevamo invertire la nostra parte, fare i “critici dei critici”. (...)

dok.incubator

dok.incubator invita montatori, registi e produttori a un seminario di sei mesi, incentrato sullo sviluppo professionale dei registi e dandoti accesso ai migliori tutor con esperienza internazionale. .

La prossima scadenza per l'invio è il 27 gennaio.

 https://dokincubator.net/


La Città agli Under 25

Dal 7 gennaio al 7 Febbraio disponibile il bando per l’ottava edizione del festival multidisciplinare sulla creatività U25 che si terrà al Teatro India e Spazio Rossellini. Dominio Pubblico resiste al Covid-19 e si prepara al lancio dell’ottava edizione del Festival chiamando a raccolta 100 giovani artisti per oltre 50 eventi che saranno selezionati per la rinascita dello spettacolo nel segno delle nuove creatività. Dal 7 gennaio apre il bando di Dominio Pubblico per dare un’opportunità a giovani artisti pronti a mettersi in gioco con l’obiettivo di proporsi come il più significativo evento italiano sulla creatività U25. Il bando si rivolge ad artisti e gruppi under 25 operanti sul territorio nazionale, con finalità professionali, in diversi ambiti. Le sezioni del Festival, per l’edizione 2021, sono: Teatro/Performance, Performance Urbana/Site Specific, Circo, Danza/Danza Urbana, Cinema, Musica Live, Arti Visive, Progetti Digitali. L’avviso pubblico del bando e l’application form sono disponibili sul sito: https://www.dominiopubblicoteatro.it


RAI: un servizio pubblico per “fiction”

Ai documentari solo briciole

In viale Mazzini si vocifera che Salini aveva promesso a Rai Documentari – tanto per cominciare – 40 milioni in tre anni. Ma il budget 2021 racconta di altro. A quanto apprende AdgInforma.it, infatti, l’assegno staccato al direttore di RAI documentari per quest’anno è di 3,5 milioni. Davvero poco. Continua a leggere l'articolo su adginforma.it

https://www.adginforma.it/


Mondovisioni 2021

Mondovisioni è la rassegna di CineAgenzia e Internazionale che propone al suo pubblico cinque documentari per riabituarci a guardare oltre, con realismo ma insieme speranza. Un appuntamento al mese che il pubblico di Kinodromo potrà approfondire seguendo le presentazioni e i dibattiti trasmessi in diretta Facebook e che accompagneranno ogni evento. Si inizia lunedì 18 gennaio con Oeconomia (85’, Germania, 2020), un’inquietante indagine sulla struttura distruttiva del sistema economico capitalista che ne svela le regole e mostra come la crescita dell’economia e i profitti siano possibili solo quando le persone si indebitano. Un film che si propone di scomporre il sistema nelle sue regole essenziali, per fare luce sul funzionamento del capitalismo contemporaneo. A presentare il documentario in diretta streaming insieme ad alcuni membri di Kinodromo, Gianluca Sala di Link Bologna - Studenti Indipendenti, Stefano Campanoni di CineAgenzia e Raimondello Orsini, docente del Dipartimento di Scienze Economiche dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna. I link per accedere alla proiezione saranno disponibili a partire dalle 19.00 del giorno della programmazione e i film saranno disponibili dalle 21.00 di ogni lunedì fino alle 24.00 di martedì tramite la piattaforma video Vimeo ad offerta libera. Le donazioni raccolte ad ogni proiezione saranno di sostegno alle attività di Kinodromo.


Online il FIPADOC

 

Il festival di Biarritz si svolgerà online per i professionisti dal 18 al 24 gennaio con 155 documentari in mostra, pitch e un focus sui paesi del gruppo Visegrad.

https://fipadoc.com/


Gemo lascia Monselice e trasferisce a Padova il suo centro studi sull'Etnodramma

Fabio Gemo lascia la città murata. E con lui il suo Centro Studi sull’Etnodramma, nonché la scuola di cinema documentario etnografico, la prima e unica in Italia, che ogni anno accoglie dieci studenti da tutta la penisola, ai quali offre una cultura a 360 gradi sul tema, dalla produzione di documentari alla raccolta di materiale il cui scopo è la ricerca etnografica e la divulgazione scientifica. Neppure l’Etnofilmfest, la grandiosa kermesse che è riuscita a portare all’ombra della Rocca nomi del calibro di Cecilia Mangini, Alejandro Jodorwsky e Eugenio Barba, sarà mai più organizzata a Monselice. Dal prossimo mese di settembre questa eccellenza culturale si sposterà a Padova, dove la scuola si completerà con la sede del Cse e con una libreria specializzata in teatro, cinema e antropologia. Contiuna a leggere l'articolo su IlGazzettino

https://www.ilgazzettino.it

   

Copyright © 2000-2021  ildocumentario.it