Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVIII, 20 giugno - 2 luglio 2017

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Love is All. Piergiorgio Welby, Autoritratto di Francesco Andreotti e Livia Giunti
Arlecchino Notturno di Paolo Jamoletti
I'm in love with my car di Michele Mellara e Alessandro Rossi
 Scadenze
15 giugno

Rencontres Internationales Sciences et Cinémas (RISC)

Viva Film Festival

30 giugno

Terra di Tutti Film Festival

Invideo

Mediterraneo Video Festival

Visioni dal Mondo - Immagini dalla Realtà

6 luglio

Hot Springs Documentary Film Festival

7 luglio

DOK Leipzig

10 luglio

VideoLab Film Festival

21 luglio

Student Film Fest


Salina, 24 - 29 giugno

SalinaDocFest

Padri e figli. Verso terre fertili

Sono otto i titoli che concorreranno a Salina nel Concorso Nazionale Documentari del SalinaDocFest 2017, in programma da sabato 24 a giovedì 29 giugno. Eccoli: "Terceiro" Andar di Luciana Fina, Saro di Enrico Maria Artale, "Le Canzoni" di Giovanni Rosa, "The Good Intentions" di Beatrice Segolini e Maximilian Schlehuber, "Le Porte Del Paradiso" di Guido Nicolás Zingari, "Vita Nova" di Danilo Monte e Laura D’Amore, "I Sommersi" di Gogò Bianchi, "Upwelling - La risalita delle acque profonde" di Pietro Pasquetti e Silvia Jop. Nella giornata finale (giovedì 29), si terrà una tavola rotonda sui diritti del documentario d'autore nella diffusione cinematografica e nella programmazione televisiva, radiofonica e web. Tutti gli eventi in programma sono a ingresso libero ad esaurimento posti. Il Documentario.it è partner ufficale della manifestazione.

Continua in Notizie. Il sito ufficiale della manifestazione è: www.salinadocfest.it


Sheffield Doc/Fest 2017

Dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Dal 9 al 14 giugno le strade di Sheffield si sono colorate di arancione. La 24a edizione dello Sheffield Doc/Fest ha letteralmente invaso la città inglese occupando cinema, musei, piazze e palazzi. La seconda edizione sotto la direzione di Liz McIntyre. (...) Numerose e notevoli le opportunità di incontro al Festival, tra cui: Walter Murch (il montatore de Il Padrino, Apocalypse Now, Il Paziente Inglese) che ha raccontato la sua esperienza di montatore e gli aspetti specifici per affrontare il montaggio di un film documentario; Peter Greenaway che ha parlato del suo lavoro di regista e delle forme che l’arte può prendere in risposta ai cambiamenti socio politici; Stacey Dooley, che con la sua serie su BBC3  (Stacey Dooley investigates) è riuscita ad avvicinare un pubblico giovane a tematiche politico/sociali; Jessica Brillhart che ha presentato i suoi ultimi lavori nel campo VR, un nuovo passo verso la creazione di un linguaggio per questo nuovo mezzo di comunicazione. A sorpresa un incontro con Oliviero Toscani. Continua in Notizie.

 

Guarda qui il foto reportage dal festival.

 

Guarda qui i nostri video dal festival.


Il Palmares del XX Festival CinemAmbiente

Il Festival CinemAmbiente si è concluso con la proiezione del film La Vallée des loups di Jean-Michel Bertrand. A Plastic China di Jiu-liang Wang è andato il premio per il  miglior documentario internazionale. Tutti i premi del festival e le giurie a questa pagina.


Torino, 29 giugno - 2 luglio

Spaesamenti / Dépaysements - Cinema del reale di confine

quattro giorni di proiezioni, incontri e dibattiti al Cinema Massimo di Torino con una selezione di dieci film documentari d’autore di produzione e co-produzione italiana e francese che invitano a riflettere sulle diverse frontiere presenti nel mondo contemporaneo. Tra i film presentati, Il Successore di Mattia Epifani, Zona Franca di Georgi Lazarevski, Il Solengo di Alessio Rigo de Righi e Matteo Zoppis.


Matera, 22 aprile - 15 settembre

Luce – L’immaginario italiano a Matera

La Fondazione Sassi organizza nella città dei Sassi la mostra dell’Istituto Luce - Cinecittà : video e immagini che raccontano come si è mostrata l’Italia dal 1924 e che rivelano il Paese reale . Un’ampia sezione, ospitata nei locali della Fondazione Sassi, è dedicata alla città di Matera e alla Basilicata. La mostra, a cura di Gabriele D’Autilia (curatore scientifico e testi) e di Roland Sejko (curatore artistico e regia video), si potrà visitare fino al 15 settembre in due sedi espositive : l’ex Ospedale di San Rocco – in piazza San Giovanni – ospiterà video, fotografie, istallazioni e pannelli esplicativi dedicati all’Italia ; la Fondazione Sassi - in via San Giovanni Vecchio n.7 nel rione Sasso Barisano – ospiterà materiale video e fotografico, anche inediti, sulla città dei Sassi e la Basilicata. La mostra sarà aperta al pubblico tutti i giorni. Per informazioni su orari, biglietti e modalità di visita si può consultare il sito della Fondazione Sassi.

http://www.fondazionesassi.org

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

C'era una volta...il "concept film". E ci sarà per sempre.

"I veri film d'insegnamento devono essere molto corti, trattare un argomento preciso, e poter essere proiettati parecchie volte di seguito." Così scriveva molti anni fa Jean Painlevé (P. Thévenard - G. Tassel, Le cinéma scientifique français, Paris, 1948, p. 99). Painlevé, figlio di un famoso matematico e anche primo ministro francese, è uno dei padri del cinema scientifico moderno: realizzò più di duecento documentari, nel 1930 fondò a Parigi l'Institut de Cinématographie Scientifique e fu cofondatore nel 1947 dell'Association Internationale du Cinéma Scientifique. (...).

 

Critica doc

di Elisa Carrara

Notes on Blindness

di Pete Middleton e James Spinney (UK, 2016, 90')

Esistere significa essere visti: diventare ciechi significa smettere di far esistere il mondo, così come lo si conosce. Le persone non sono più volti, immagini, contorni, ma diventano suoni, rumori e odori. John Hull, scrittore e professore di teologia dell’Università di Birmingham ha perso la vista nel 1983 all’età di 45 anni, pochi giorni prima della nascita di suo figlio (...).

Emilio, la rivista del documentario

E’ nato Emilio, rivista dedicata al mondo del documentario con particolare attenzione alla produzione emiliano-romagnola. Documentario di creazione, biopic, inchiesta, indagine storica, riflessione saggistica o sguardo poetico, Emilio indaga sui molteplici aspetti del documentario soffermandosi sui modelli di realizzazione, sulle curiosità, sui mezzi di diffusione e sulla passione per la cultura documentaristica.

http://www.emiliodoc.it


"I mondi di Miyazaki" di Matteo Boscarol

È uscito in libreria I mondi di Miyazaki. Percorsi ed esplorazioni negli universi animati dell’artista giapponese, un libro di Matteo Boscarol. L’autore del libro per il nostro portale ha curato alcune puntate di "Corrispondenze" sul documentarioin Giappone.


Bando per residenza artisti under 35

E’ aperto il bando per una residenza rivolta a 4 artisti under 35 per la creazione di un web doc sulla Strada Setteponti.  I docenti tutor sono Benni Atria, Fausto Baroncini, Michelangelo Frammartino, Francesco Frongia, Roberto Malfagia. Tutte le info e bando di partecipazione qui: http://macma.it

Il bando scade il 6 luglio.


IX edizione del World Fest Fest

Il World Fest Fest, Festival delle feste, è un concorso dedicato ai "Corti-documentari" con tema le feste e le tradizioni popolari di ieri e di oggi. Il Festival è la punta di un progetto più vasto di raccolta della memoria del folclore (musiche, balli, tradizioni) da ogni parte del mondo: Fucinafolk. Il Festival ha al suo interno due sezioni: FEST.DOC strettamente dedicata alla tradizione popolare, FEST.FICTION sezione dedicata alla creatività del regista e dello sceneggiatore sul tema più generale della "festa". La scadenza per l'invio dei lavori è il 31 luglio.

http://worldfestfest.blogspot.fr/


Cecilia Mangini - Visioni e Passioni

Fotografie 1952-1965

Dal 31 maggio al 10 settembre le fotografie della grande autrice del cinema documentario italiano in mostra per la prima volta a Roma, al Museo delle Civiltà - Museo delle Arti e Tradizioni Popolari. Un percorso, quello della mostra, che segue l'avventura fotografica di Cecilia Mangini: Panarea e il bianco abbacinante delle cave di pomice di Lipari, la Puglia sospesa tra tradizione e consumismo (con le immagini della Fiera del Levante del 1960), la Firenze popolare che diventerà poi protagonista del documentario La Firenze di Pratolini, le periferie milanesi. Senza dimenticare la straordinaria trasferta nel Vietnam del 1965 - di cui si espongono una dozzina di foto mai viste prima, appartenenti all'archivio privato dell'autrice e ritrovate solo di recente - per la preparazione (insieme al compagno di vita e lavoro Lino Del Fra) di un film mai realizzato; e ancora, una galleria di ritratti dei grandi del tempo (da Pasolini a Moravia, da Fellini a Carlo Levi, da Montanelli a Flaiano, da Chaplin a Steinbeck, da John Huston a Malaparte) e gli scatti dal set di La legge, fotografie di backstage scattate su un grande set dimenticato, quello de La Legge, che nel 1958 riunì a Carpino, nell'entroterra del Gargano, il regista Jules Dassin e le star Gina Lollobrigida, Marcello Mastroianni, Yves Montand, Melina Mercouri e Pierre Brasseur.

   

Copyright © 2000-2017  ildocumentario.it

www.reliablecounter.com
mastering dubstep