Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVII, 1 - 14 febbaraio 2016

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Tutto Bianco di Morena Campani e Caroline Agrati
Ritorno a Spoon River di Francesco Conversano e Nene Grignaffini
Gesù è morto per i peccati degli altri di Maria Arena
 Scadenze
31 gennaio

New Europe Market (NEM)

7 febbraio

Sheffield Doc/Fest

8 febbraio

Concorso Memorie Migranti

10 febbraio

Edinburgh International Film Festival

18 febbraio

BIF&ST – Bari International Film&Tv Festival

20 febbraio

Trento Film Festival

26 febbraio

FIDlab - Plateforme de coproduction internationale

29 febbraio

Valsusa FilmFest

4 marzo

SilverDocs


Trieste, 22 - 30 gennaio

I documentari (e non solo) del Trieste Film Festival 2016

dal nostro inviato Alessandro Gori

La 27ma edizione del Trieste Film Festival (TSFF) si è tenuta tra il 22 e il 30 gennaio, due giorni in più rispetto allo scorso anno. La scommessa degli organizzatori sembra vinta, vista la buona partecipazione del pubblico e i numeri del festival: un centinaio di opere proiettate in quattro sale di tre strutture, 160 ospiti presenti di una trentina di paesi, 1300 notti complessive negli alberghi di Trieste.

Oltre ai concorsi per lungometraggi, documentari e corti, e le numerose sezioni parallele tra le quali Eastweek (scrittura di sceneggiature) e When East meets West (punto di incontro internazionale tra registi e produttori con 350 professionisti presenti), il TSFF ha proposto anche due sezioni speciali: “Nuovo cinema romeno tra favola e realtà” e “La doppia vita del cinema polacco” con un omaggio a Krzysztof Kieślowski nel ventesimo anniversario della scomparsa e la partecipazione sul palco della Sala Tripcovich di Irène Jacob, protagonista de La doppia vita di Veronica e di Tre colori: Film rosso.

Come da tradizione, al TSFF i premi per il miglior film, documentario e corto sono assegnati unicamente dai voti del pubblico presente in sala.

Continua a leggere in Notizie.

Guarda il fotoreportage dal festival: http://tinyurl.com/2016TSFF


Torino, 25 - 28 febbraio

Seeyousound Int. Music Film Festival

La prossima edizione del Seeyousound Int. Music Film Festival si svolgerà dal 25 al 28 febbraio a Torino. Tra le novità di questa seconda edizione, lo svolgimento dell'evento nelle sale cinematografiche del Cinema Massimo, le sale del Museo Nazionale del Cinema, nuovo partner acquisito per questa edizione. In attesa dell'annuncio del tema della rassegna, i nuovi slot e i film in programma nelle tre sezioni internazionali (7inches per la sezione corti, Long Play per la sezione lunghi e Soundies per quella videoclip), gli organizzatori hanno lanciato una campagna di crowdfunding su Music Raiser: https://musicraiser.com

lo scopo, quello di raccogliere 5000 Euro, è di coprire una parte dei costi del festival. La campagna al momento è arrivata al 30% dell'obbiettivo e terminerà il 10 febbraio.

http://www.seeyousound.org


Parigi 18 - 27 marzo

Intégrale Franco Piavoli al Centre Pompidou

"Intégrale Franco Piavoli : Voci nel tempo", la proiezione di tutti i film di Piavoli, sarà uno degli eventi della 38a edizione del Cinéma du Réel, festival internazionale di cinema documentario che si svolgerà al Centre Pompidou a Parigi dal 18 al 27 marzo 2016.


Berlino, 11 - 21 febbraio

Il documentario di Rosi in concorso a Berlino

Il documentario Fuocoammare di Gianfranco Rosi rappresenterà l'Italia nella corsa all'Orso d'Oro al prossimo Festival di Berlino, in programma dall'11 al 21 febbraio. L’invito a partecipare alla Berlinale è arrivato mentre Rosi stava ancora girando a Lampedusa, dove è stato trasferito il montaggio per garantire il continuo scambio tra realtà e narrazione documentaristica. “È sempre difficile staccarmi dai personaggi e dai luoghi delle riprese, ma questa volta lo è ancora di più. Più che in altri miei progetti, ho sentito però la necessità di restituire al più presto questa esperienza per metterla in dialogo con il presente e le sue domande. Sono particolarmente contento di portare a Berlino, nel centro dell’Europa, il racconto di Lampedusa, dei suoi abitanti e dei suoi migranti, proprio ora che la cronaca impone nuovi ragionamenti”.


NNomination Oscar 2016

Annunciate le nomination dell’88esima edizione degli Oscar, che verranno assegnati durante la cerimonia condotta da Chris Rock, il prossimo 28 febbraio. Per quanto riguarda il cinema del reale, due le consuete categorie. Miglior corto documentario: Body Team 12, Chau, beyond the Lines, Claude Lanzman: SPectres of the Shoah, The Girl in the River: The Price of Forgiveness, Last Day of Freedom. Miglior documentario lungometraggio: "Amy", "Cartel Land", "The Look of Silence", "What Happened", "Miss Simone?", "Winter on Fire: Ukraine’s Fight for Freedom"


Storia di un'adolescenza breve

E' in uscita per i tipi della Carocci il nuovo libro di Virgilio Tosi, regista, divulgatore scientifico e autore sul nostro portale della rubrica "La rubrica di Virgilio". Autobiografia, rievocazione storica e storia della cultura si intrecciano in questo libro che ripercorre il decennio fra il 1936 e l'immediato dopoguerra. È il racconto di un'adolescenza "breve" che Virgilio Tosi ha trascorso lavorando fin dai quattordici anni, pur con la ferma decisione di proseguire gli studi e occuparsi di teatro, la sua grande passione. Diciassettenne, in piena guerra, lascia la famiglia per trasferirsi da solo a Roma, dove diventa segretario dell'ETI ancor prima di conseguire la maturità. Sullo sfondo del conflitto mondiale si snodano piccoli e grandi accadimenti, dai viaggi di lavoro sotto i bombardamenti alle difficoltà della vita quotidiana, dai fatti di Piazzale Loreto alla fondazione del Piccolo Teatro di Milano. Le storie sono ricostruite grazie al ricco archivio personale dell'autore, composto anche da decine di minuscole agende che riportano gli impegni giornalieri, i film e gli spettacoli visti e le persone incontrate, tra le quali spiccano alcuni dei futuri protagonisti della vita culturale italiana come Damiani, Guerrieri, Lizzani o già affermati come Zavattini. Una testimonianza, quasi un film documentario non girato ma scritto, che l'autore offre ai giovani di oggi e di domani. Clicca sui link per acquistare il libro su IBS o Feltrinelli.

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

I documentaristi e la pensione

La puntata precedente di questa rubrica, dedicata a un grande critico cinematografico italiano scomparso recentemente a 93 anni, mi spinge per inerzia e simpatia a cominciare questo nuovo testo ricordando un altro grande critico cinematografico, anche per segnalarlo ai lettori che non hanno avuto l'occasione di leggerlo, per esempio, sulle pagine del quotidiano "La Repubblica": Alberto Farassino (1944-2003): Citerò di Farassino una sola frase tratta da un suo articolo dell'agosto 1989. Era una corrispondenza da Locarno, dove si stava svolgendo l'annuale festival internazionale del cinema.(...).

L'immagine inseguita

di Chiara Cremaschi

La mia ascia di guerra

di Andrea Zambelli

 

L’immagine che fa nascere il film di Andrea è traumatica. Nasce dopo l’incontro con Rino, che è stato il suo eroe da bambino, un nonno acquisito coraggioso e leggendario. Andrea va a trovarlo dopo parecchio tempo e l’uomo che si trova davanti è invece un vecchietto seduto su una poltrona, assente, con lo sguardo fisso davanti a sé, che non lo riconosce. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

Brasimone

di Riccardo Palladino (Italia, 2014, 45’)

UUUn turista disegna lo splendido panorama che ha davanti: un lago, alberi, colline. In fondo, semicelato nella foresta, uno strano enorme edificio. E una scritta: “Ogni buon lago che si rispetti deve avere il suo mostro.” Il bacino artificiale del Brasimone si trova in Emilia, appennini bolognesi ai confini con la Toscana. Ultimato nel 1911, è riserva naturale dal ‘95. (...)

Bergamo, 5 - 13 marzo

Anche a Bergamo la sezione dedicata al documentario diventa competitiva

Importante novità dell’edizione 2016 di Bergamo Film Meeting (dal 5 al 13 marzo) è l’istituzione del premio al miglior documentario (Sezione Visti da Vicino) del valore di 2.000 euro, che sarà assegnato in base alle preferenze espresse dal pubblico. Un significativo riconoscimento per valorizzare le produzioni cinematografiche indipendenti, reso possibile grazie alla recente partnership con CGIL Bergamo. Cinema e mondo del lavoro sono da sempre legati, anche se - come in ogni rapporto vero - la passione alterna periodi di grande intensità ad altri più stanchi. Ma là dove il cinema, in particolare attraverso il documentario, si incarica di raccontare e rappresentare la realtà del lavoro, dimostra una straordinaria capacità di testimoniare il cambiamento del paesaggio umano e sociale, denunciandone le storture, le ingiustizie, ma anche evidenziandone le zone di luce. Il Premio di CGIL Bergamo per il miglior documentario presentato a Bergamo Film Meeting vuole ribadire e promuovere l’importanza di questo legame.


I film di Cecilia Mangini a Berlino

Dal 4 al 7 febbraio a Berlino, promossa da Arsenal - Institut für Film und Videokunst e V. in collaborazione con l'Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, Apulia Film Commission, Cinema del Reale, Big Sur, Officinavisioni si svolgerà la rassegna "Lyrical, attentive, militant – The films of Cecilia Mangini". Cecilia Mangini sarà ospite della rassegna il 4 e 5 febbraio.

http://www.arsenal-berlin.de


Quattro documentari italiani al Vancouver International Mountain Film Festival

Quattro sono i film italiani che parteciperanno alla diciannovesima edizione del Vancouver International Mountain Film Festival (Svizzera), che si terrà dal 12 al 20 febbraio. Continua a leggere, scoprendo i titoli, andando sulle pagine di cinemaitaliano.it

http://www.cinemaitaliano.info


Documentari sulla tessitura al Museo delle Genti d'Abruzzo

Presso il Museo delle Genti d'Abruzzo di Pescara, all'interno della Mostra Tessere è Arte, c'è la possibilità di vedere fino al 16 febbraio dei documentari brevi sulla tessitura in Abruzzo. Qui potete vedere una scheda tecnica dei lavori audiovisivi presenti in mostra e alcune foto dei lavori e degli autori, mentre al link seguente trovate ulteriori info sulla mostra.

http://www.tessarte.it


Il Tempo al Punto de Vista

La presenza del Tempo nel cinema è al centro dell'ultimo libro della raccolta Punto de Vista, intitolato "Time", che comprende una serie di saggi scritti e preparati in occasione del decimo anniversario del festival del cinema di Navarra. John Berger, Nicole Brenez e Georges Didi-Huberman hanno contribuito insieme a Jonathan Rosenbaum e Víctor Erice, con testi che esaminano il dialogo, la danza, e la battaglia che il cinema sta conducendo fin dall'inizio, con uno dei suoi elementi primordiali, e che il festival ha dedicato il tema di quest'anno: il Tempo.

http://www.puntodevistafestival.com

   

Copyright © 2000-2016  ildocumentario.it