Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVIII, 8 - 24 settembre 2017

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Figli Maestri di Simone Bucri
Il risoluto di Giovanni Donfrancesco
Tutte le anime del mio corpo di Erika Rossi
The Challenge di Yuri Ancarani
Francesco Bisighini. Ritorno da Buenos Aires di Vittorio Bocchi
1789 - 40 anni dopo di Stefano Missio
 Scadenze
10 settembre

Les Rencontres Internationales

15 settembre

Torino Film Festival

River to River. Florence Indian Film Festival

Sundance Film Festival

Zoom - Zblizenia International Film Festival

Alter-native International Short Film Festival

Punto de Vista

16 settembre

MalatestaShort

18 settembre

Filmmaker

30 settembre

Trieste Film Festival

Bando Cinema e Audiovisivi MArtelive

Sottodiciotto Filmfestival

1 ottobre

Rotterdam International Film Festival

6 ottobre

Big Sky Documentary Film Festival

20 ottobre

Alternative Film/Video


Vent'anni di Mediterraneo Video Festival

Quest’anno il Mediterraneo Video Festival, concorso internazionale del cinema documentario e del paesaggio culturale mediterraneo, compie 20 anni e si svolgerà nei giorni 15, 16 e 17 settembre 2017, nella splendida cornice di Palazzo De Dominicis-Ricci ad Ascea. otto i titoli in selezione ufficiale: si accoglie quel che si semina di Alaa Ashkar, Francia; El mundanal ruido di David Muñoz, Spagna; Fifty rupees only di Nagore Eceiza Mugica, Spagna; Moo Ya di Filippo Ticozzi, Italia; La cena di Toni di Elisabetta Pandimiglio, Italia; Pump di Joseph David, Francia, Le canzoni di Giovanni Rosa, Italia; Gaza di Julio Perèz e Carles Bover, Spagna. Proiettati questi nel corso delle tre giornate del Festival. La giuria composta Emanuela Piovano, Azedin El Ouafi, Hafida Kassoui, Paolo Speranza, assegnerà il “Premio della Giuria” al miglior film documentario 2017 della sezione internazionale. Il festival è stato fondato ed è diretto da Maria Grazia Caso.

http://www.medvideofestival.net/


Perugia Social Film Festival

Il Perso - Perugia Social Film Festival 2017 - sarà presieduto quest'anno dal regista Giovanni Piperno. La manifestazione,  giunta alla terza edizione, prenderà il via il 23 settembre a Perugia per concludersi il primo ottobre.


Life After Oil International Film Festival

Venerdì 15 Settembre a Sassari alle ore 11.00, nella sede locale del WWF, c/o la Casa Regina Margherita, in Piazza San Pietro in Silki, 8 si terrà la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del LIFE AFTER OIL International Film Festival in programma a Santa Teresa Gallura dal 22 al 24 Settembre.

http://www.lifeafteroil.org/


"The Good Intentions" vince anche a MoliseCinema

La 15° edizione di MoliseCinema, svoltasi a Casacalenda, si è conclusa con la proclamazione dei vincitori delle tre sezioni:  Frontiere, Paesi in corto e Percorsi. Per la sezione Frontiere - Premio Giuseppe Folchi, il concorso riservato ai documentari, la Giuria ha aggiudicato il premio come miglior documentario a The Good Intentions di Beatrice Segolini e Maximilian Schlehuber "per la capacità di raccontare una vicenda privata rendendola universale e mettendo in scena il rapporto tra chi filma e chi viene filmato in maniera armonica. Il film trasforma persone della vita reale dando loro carattere cinematografico e forza narrativa, evitando l’autocompiacimento della macchina da presa e sviluppando una terapia d’urto per risanare una situazione d’incomunicabilità familiare".

Il festival è diretto da Federico Pommier.

http://www.molisecinema.it


Ciao Bashiru

Il film si intitola "Ciao Bashiru" ed invita lo spettatore ad immergersi nella vita di un giovane rifugiato, a guardare il mondo con i suoi occhi, ribaltando i luoghi comuni che si hanno spesso su rifugiati e immigrati. Il film si svolge soprattutto a Torino e nella campagna piemontese. Per anni il documentario è stato interamente auto-prodotto, ma ora i due autori hanno bisogno di raccogliere un po' di soldi per poterlo concludere e diffondere. Pertanto stanno lanciando una campagna non solo di raccolta fondi, ma anche d'informazione, affinché le persone interessate possano seguire il progetto nelle sue diverse fasi di realizzazione, fino all'uscita nelle sale cinematografiche nel 2018. Il portale sul cinema documentario vi invita a visitare la pagina e a sostenerli.

https://wemakeit.com/projects/ciao-bashiru


L’eredità di Alberto Grifi

Fino a poco prima della sua morte il cineasta sperimentale Alberto Grifi ha girato l’Italia tenendo workshop e seminari, partecipando ad assemblee e incontri, promuovendo gruppi di video-attivismo, in cui, oltre a diffondere e rimaneggiare instancabilmente le proprie opere, ha formato e ispirato una generazione di filmmaker. Molte delle persone che hanno frequentato Grifi nell’ultimo periodo della sua vita hanno girato materiale audiovisivo con lui e su di lui nelle più disparate situazioni: registrazioni preziose perché testimoniano la portata dell‘eredità lasciata dall’autore di Anna e insieme dimostrano quanto fosse in grado di stimolare, a livello umano e politico, creatività e senso critico in chi lo ascoltava. Accanto all’enorme e significativo archivio di Alberto Grifi esiste dunque un nutrito archivio di materiali su e con Alberto Grifi, da preservare e diffondere. Il progetto “L‘eredità di Grifi” si propone di raccoglierlo con l’idea di utilizzarlo per la realizzazione di un film collettivo.

Qui la pagina web dedicata al progetto:

https://www.openddb.it/


Sheffield Doc/Fest 2017

Dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Dal 9 al 14 giugno le strade di Sheffield si sono colorate di arancione. La 24a edizione dello Sheffield Doc/Fest ha letteralmente invaso la città inglese occupando cinema, musei, piazze e palazzi. La seconda edizione sotto la direzione di Liz McIntyre. (...) Numerose e notevoli le opportunità di incontro al Festival, tra cui: Walter Murch (il montatore de Il Padrino, Apocalypse Now, Il Paziente Inglese) che ha raccontato la sua esperienza di montatore e gli aspetti specifici per affrontare il montaggio di un film documentario; Peter Greenaway che ha parlato del suo lavoro di regista e delle forme che l’arte può prendere in risposta ai cambiamenti socio politici; Stacey Dooley, che con la sua serie su BBC3  (Stacey Dooley investigates) è riuscita ad avvicinare un pubblico giovane a tematiche politico/sociali; Jessica Brillhart che ha presentato i suoi ultimi lavori nel campo VR, un nuovo passo verso la creazione di un linguaggio per questo nuovo mezzo di comunicazione. A sorpresa un incontro con Oliviero Toscani. Continua in Notizie.

 

Guarda qui il foto reportage dal festival.

Guarda qui i nostri video dal festival.

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

C'era una volta...il "concept film". E ci sarà per sempre.

"I veri film d'insegnamento devono essere molto corti, trattare un argomento preciso, e poter essere proiettati parecchie volte di seguito." Così scriveva molti anni fa Jean Painlevé (P. Thévenard - G. Tassel, Le cinéma scientifique français, Paris, 1948, p. 99). Painlevé, figlio di un famoso matematico e anche primo ministro francese, è uno dei padri del cinema scientifico moderno: realizzò più di duecento documentari, nel 1930 fondò a Parigi l'Institut de Cinématographie Scientifique e fu cofondatore nel 1947 dell'Association Internationale du Cinéma Scientifique. (...).

 

Critica doc

di Elisa Carrara

Un paese di Calabria

di Shu Aiello e Catherine Catella (Francia/Italia/Svizzera, 2016, 90')

A volte non è necessario guardare troppo lontano per accorgersi di quello che accade: basta avere la capacità e l’umiltà di osservare, per notare ciò che di buono c’è intorno a noi. Riace è per la maggior parte delle persone solo il paese dei celebri bronzi, arrivati dal mare, come un dono inaspettato, che ha fornito lavoro e prestigio ad un piccolo comune calabrese. (...).

Forum FEDIC a Venezia

Quest’anno il Forum FEDIC avrà luogo giovedì 7 settembre. L’appuntamento è alle ore 15.00, fino alle 17.00, all’Hotel Excelsior. Un Forum su “Autori Fedic alla ribalta e in Cineteca” , dove sarà presentato il volume del critico e storico del cinema Paolo Micalizzi sugli Autori FEDIC. Sarà annunciata anche la costituzione presso l’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea della Cineteca FEDIC che comprende oltre 5.000 opere.


“Walk With Me” al cinema con Wanted

Il documentario "Walk With Me" di Marc Francis e Max Pugh sulla straordinaria vita della comunità monastica del maestro Zen Thich Nath Hanh, che insegna l’antica arte della meditazione buddhista oggi nota come Mindfulness, uscirà al cinema il 12 settembre. Narrato dalla voce del candidato all’Oscar Benedict Cumberbatch il documentario è un viaggio intimo e coraggioso nel microcosmo della comunità monastica del maestro Zen Thich Nath Hanh sull’arte della meditazione buddhista oggi nota come Mindfulness. Realizzato nel corso di tre anni nel monastero in Francia, ma anche on the road negli Stati Uniti, il film racconta per la prima volta dall’interno la quotidianità di un monastero Zen del XXI secolo, nel quale un gruppo di occidentali dalle più diverse provenienze ha scelto di ricominciare a vivere impostando la propria vita su nuovi valori, capaci di aprire inedite prospettive spirituali. Il documentario sarà a Milano nei cinema Anteo, Beltrade e Spazio Oberdan (il 12 settembre). E poi in Lombardia anche a Bergamo (all’Auditorium) e al cinema Teodolinda a Monza. Tra le sale anche il cinema Centrale di Torino, al Rosebud di Reggio Emilia, al cinema Boldini di Ferrara. All’Odeon di Firenze e in Toscana anche a Pisa al cinema Arsenale. Im Umbria alla Sala Pegasus di Spoleto e in Lazio nei cinema Barberini e Farnese di Roma e al Multisala Rio di Terracina. In Sicilia il documentario uscirà al Rouge et Noir di Palermo.

http://wantedcinema.eu/


Nel Nome del Popolo Italiano

Nel Nome del Popolo Italiano è un ciclo di quattro docu- film prodotti da Anele con Rai Cinema e Rai Com e in onda 4, 5, 6 e 7 settembre in seconda serata su Rai 1, in prima tv assoluta. Gian Marco Tognazzi (per il docu-film “Vittorio Occorsio”), Dario Aita (per “Piersanti Mattarella”), Massimo Poggio (per “Marco Biagi”) e Lorenzo Richelmy (per “Natale De Grazia”) sono gli attori-narratori di questi quattro racconti che coniugano il linguaggio classico del documentario a quello della narrazione drammaturgica, la riflessione giornalistica allo spunto romanzesco. Diretti dai registi Gianfranco Pannone (Vittorio Occorsio), Maurizio Sciarra (Piersanti Mattarella), Gianfranco Giagni (Marco Biagi) e Wilma Labate (Natale De Grazia), i quattro docu-film vogliono restituire al pubblico lo sfondo storico, culturale e sociale in cui i quattro personaggi hanno vissuto e operato andando incontro al loro destino, nel ventennio che va dalla fine degli anni ’80 ai primi anni del 2000.


Deadline per iscrizioni Torino Film Festival

Sono aperte le iscrizioni dei film al prossimo 35° Torino Film Festival (24 novembre - 2 dicembre 2017). Fino al 15 settembre incluso sarà possibile inviare i vostri film per la selezione. Maggiori informazioni cliccando qui

http://www.torinofilmfest.org


Bando Cinema e Audiovisivi MArtelive

Il bando è aperto a tutti gli artisti emergenti under 39 di Cinema e Audiovisivi: cinema, videoclip, videoarte, da consegnare entro e non oltre il 30 settembre.

http://www.marteawards.it


Emilio, la rivista del documentario

E’ nato Emilio, rivista dedicata al mondo del documentario con particolare attenzione alla produzione emiliano-romagnola. Documentario di creazione, biopic, inchiesta, indagine storica, riflessione saggistica o sguardo poetico, Emilio indaga sui molteplici aspetti del documentario soffermandosi sui modelli di realizzazione, sulle curiosità, sui mezzi di diffusione e sulla passione per la cultura documentaristica.

http://www.emiliodoc.it

   

Copyright © 2000-2017  ildocumentario.it

www.reliablecounter.com
mastering dubstep