Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XV, 20 luglio - 20 agosto

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Buongiorno Taranto di Paolo Pisanelli
Per Ulisse di Giovanni Cioni
La mia Thule di Francesco Conversano, Nene Grignaffini
Là suta di Daniele Gaglianone, Cristina Monti, Paolo Rapalino
Indebito di Andrea Segre e Vinicio Capossela
Freakbeat di Luca Pastore
 Scadenze
15 luglio

Lampedusainfestival

30 luglio

Guangzhou International Documentary Film Festival

31 luglio

Jahorinafest

Camerimage

1 agosto

Ghent Film Festival

2 agosto

SalinaDocFest

 
15 agosto

Zinebi -Festival Internacional de Cine Documental y Cortometraje de Bilbao

30 agosto

Copyright Trading in Doc shop - Guangzhou International Documentary Film Festival

1 settembre

Corsica.doc


Calitri (AV), 28 - 30 agosto

Luigi Di Gianni al Calitri Sponz Film Fest

Il Calitri Sponz Film Fest, ideato e diretto dal compositore, musicista e scrittore Vinicio Capossela, si svolgerà nella cittadina campana dal 28 al 30 agosto. Il 1° Concorso internazionale per cortometraggi dedicati ai matrimoni e sposalizi in senso ampio avrà in programma, oltre al concorso anche film recenti e film del passato. Una retrospettiva sarà dedicata al regista documentarista Luigi Di Gianni che sarà presente al festival in qualità anche di giurato del concorso. Calitri (AV) è una cittadina irpina di antichissima origine dal ricco patrimonio storico ed artistico, ribattezzato il "paese dello sposalizio" e di cui Capossela è originario. Per il programma della retrospettiva a Di Gianni, vedi in Notizie.

http://www.calitrifilmfest.it/


Media partner Guangzhou International Documentary Film Festival

Il nostro portale, il documentario.it, è media partner ufficiale del Guangzhou International Documentary Film Festival (Cina). La scadenza per partecipare alla competizione è fissata per il 30 luglio. Maggiori info sul sito.

http://www.gzdoc.com


Documentari per CinemaèDanza

CinemaèDanza è un ciclo di film intorno all’universo della danzasenza distinzioni di genere e avrà il suo primo appuntamento al Cortona Mix Festival il 28 luglio alle ore 17.30 presso il Centro Convegni Sant’Agostino. E’ una rassegna promossa dall’Associazione Sosta Palmizi ed è curata da Silvia Taborelli e Raffaella Giordano. Apre la rassegna il film documentario Dancing Dreams. Sui passi di Pina Bausch (Germania, 2010, 92’) di Rainer Hoffman e Anne Linsel. Il film verrà presentato da Bénédicte Billiet, componente del Wuppertal Tanztheater dal 1981, oggi impegnata anche per la Fondazione Pina Bausch. Il film, in cui Bénédicte Billiet è coprotagonista con Jo-Ann Endicott, è il racconto della messinscena nel 2008 della celebre opera Kontakthof (1978) con quaranta teenagers non danzatori. Qui puoi scaricare il programma completo della rassegna

http://www.sostapalmizi.it


Apollon, una fabbrica occupata

Il film di Ugo Gregoretti del 1969 prodotto dai Cinegiornali liberi è possibile vederlo integralmente su internet. Il film nasce dalla collaborazione tra un gruppo di intellettuali, coordinato da Ugo Gregoretti, e gli operai che occupano l'industria tipografica Apollon, sita sulla via Tiburtina a Roma. In forma di docu-fiction, il film ricostruisce le vicende della lunga occupazione della fabbrica, iniziata il 4 giugno 1967 e terminata nel dicembre 1968. Gli operai interpretano se stessi e vari altri ruoli (la polizia, i crumiri etc.), ma sono anche coautori del film, che non è una semplice cronaca degli avvenimenti, ma una lettura analitica della realtà della fabbrica, la storia della conquista di strumenti di lotta e democrazia, con l'indicazione di strategie di attacco al potere padronale. La storia, infatti, con un procedimento di ricostruzione narrativa, parte da molto prima, dal 1960, rievocando i primi scioperi operai, la lotta contro il padrone paternalista, la creazione di una cooperativa di consumo interna. La voce narrante di Gian Maria Volonté dà continuità al racconto e commenta i fatti. Presentato al Festival internazionale del documentario e del cortometraggio di Lipsia 1969.

http://youtu.be/DsMHZxf0o-k


Fonti audio-visive sul lavoro e sull'industria

Vi segnaliamo un interessante articolo di Letizia Cortini sulle fonti audio-visive sul lavoro e sull'industria in Italia apparso recentemente su ilmondodegliarchivi.org.

Questo lavoro è la rielaborazione e l’ampliamento di alcuni saggi precedenti su argomenti analoghi. La riflessione viene qui approfondita soprattutto per quanto riguarda la storia della rappresentazione dell’industria e del lavoro, quindi del recupero e della valorizzazione delle fonti filmiche, audiovisive e fotografiche d’impresa e del lavoro. A queste si intreccia la storia degli organismi di conservazione di questo tipo di documentazione e le politiche culturali più generali del paese. Viene evidenziata la difficoltà di collaborare e di confrontarsi sulle metodologie, nelle attività di ricerca, di diffusione ed uso delle fonti, tra istituti di conservazione le cui storie politiche, sociali e culturali sono differenti.

http://www.ilmondodegliarchivi.org


La battaglia per Chico Forti

Il regista italiano Chico Forti da 14 anni è detenuto in una prigione di Miami condannato al carcere a vita senza condizionale e senza una prova. L'ultima possibilità è la revisione del processo. Chi vuole sostenere la causa, può comprare i braccialetti arancioni CHICOFORTIFREE, voluti da Chico Forti stesso. I proventi della loro vendita verranno devoluti interamente al Comitato "Una chance per Chico" di Trento composto dagli amici storici di Chico, che non lo hanno mai abbandonato. Vi invitiamo a visitare il sito ufficiale e il gruppo a sostegno di Chico Forti.

http://www.chicoforti.com/

http://www.facebook.com/pages/CHICO-FORTI-FREE

 

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Filmare le fotografie (terza parte)

L'esperienza culturale e professionale che mi ha lasciato il lavoro svolto durante e dopo la realizzazione delle quindici puntate di "ALBUM - Fotografie dell'Italia di ieri" (1977) è una delle tappe più significative nella mia cinquantennale attività di autore documentarista in campo cinetelevisivo. Come ho scritto nel testo di presentazione del catalogo di "L'Italia nel cassetto - mostra fotografica del programma Album fotografie dell'Italia di ieri realizzato da Piero Berengo Gardin e Virgilio Tosi con la partecipazione dei telespettatori" (catalogo del peso di quasi un chilogrammo pubblicato dalla Grafis, Bologna, 1978): "non è cosa solita che un programma televisivo generi per filiazione diretta una mostra in una Galleria d'arte moderna".(...)

Critica doc

A cura di Matteo Saltalippi

The Unknown Known

di Errol Morris (USA, 2013, 105’)
Il nuovo documentario di Errol Morris è quello che potremmo definire la seconda parte dell’acclamato “Fogof War”, vincitore dell’oscar come miglior documentario nel 2003. “Fogof War” e “The Unknown Known”consistono in due lunghe interviste rispettivamente,a Robert Macnamara e Donald Rumsfeld, sulle carriere politiche e i ruoli dei due ex segretari della difesa americana durante la guerra in Vietnam e l’invasione in Iraq. (...)

Specchia (LE), 23-26 luglio

Festa di Cinema del reale

Undicesima edizione della Festa di Cinema del reale, che si svolgerà da mercoledì 23 a sabato 26 luglio a Specchia, in provincia di Lecce. Si riaccende la magia del festival del documentario più spericolato d’Italia, per raccontare realtà e finzioni vagabondando dal tramonto all’alba, tra visioni e illusioni in uno dei borghi più belli d’Italia. Durante la Festa verranno presentate le opere di alcune delle autrici e degli autori più spericolati e innovativi del panorama del cinema del reale italiano: Elisa Amoruso, Cyop&Kaf, Giovanni Cioni, Daniele Gaglianone, Giovanni Donfrancesco, Giuliano Ricci, Valentina Zucco Pedicini, Giovanni Princigalli, Teleimmagini, Costanza Quatriglio e molti altri: i film proposti intrecciano parole chiave e temi raccontando storie di strade, finzioni, magìe ed esplorano molte città e regioni italiane, dalla Sardegna alla Sicilia, dalla Campania al Lazio fino alla Toscana e alla Puglia, spingendosi anche in lontani luoghi di guerra, fino alle strade di Gaza. http://www.cinemadelreale.it/cdr/


National Gallery di Wiseman

Vi segnaliamo l'articolo di Francesco Boille su Internazionale.it "E Cannes espose la National Gallery"

http://www.internazionale.it/superblog/


Proroga scadenza “Memoria Corta”

Prorogata al 1 settembre 2014 la scadenza per la consegne delle opere partecipanti a “Memoria Corta” il concorso di cortometraggi dedicati alle tematiche della memoria storica e contemporanea italiana, giunto alla sua seconda edizione.


L’ambassade di Marker su Fuori Orario

Domenica 6 luglio su RAI3 per Fuori Orario cose (mai) viste a partire dalle 0.45 (fino alle 6.00) sarà programmato il film di Chris Marker L’Ambasciata (L’ambassade, Francia, 1973, col., 22’, v.o. sott. it.). “Nell’ambasciata anonima di un paese anonimo, dei rifugiati politici vivono le ore e i giorni difficili che seguono a un colpo di stato militare. Ogni somiglianza con personaggi e fatti reali è da considerarsi, evidentemente, una pura coincidenza” (dal catalogo ISKRA). In Proiezioni.


I vincitori dell' Etnofilmfest

Conclusa la 7. edizione dell'ETNOFILMfest, la giuria ha assegnato il premio come miglior documentario a "Maputo - a low budget dream" di Mario Martinazzi. Questa la motivazione: per aver costruito con una struttura narrativa originale, poeticamente suddivisa a capitoli, un ritratto a 360 gradi della capitale del Mozambico con una lucida analisi tra passato, presente e futuro che rispecchia la situazione globale nel mondo contemporaneo nostro, dalle profonde contraddizioni sociali. Una scelta di una narrazione che analizza i processi di trasformazione e le dinamiche di questioni nuove o irrisolte, le speranze, le difficoltà e i desideri che alimentano il tessuto sociale. Sono state assegnate anche due menzioni a: "Naleena" di Luigi Storto e "L'uomo sulla luna" di Giuliano Ricci. Motivazione per Naleena: per l’efficacia con cui la densa tessitura esperienziale è stata articolata nel formato narrativo breve, attraverso un linguaggio visivo intrigante, emanando al contempo una profonda spiritualità e bellezza (nel vero senso della parola) con un’accattivante e intensa colonna sonora. Motivazione per "L'uomo sulla luna": per la capacità di dare vita a una proposta audiovisiva spiazzante che, rinunciando alla pretesa di una linearizzazione esplicativa, lascia voce e immagine alle testimonianze che interrogano la nozione di “realtà” su un piano individuale e comunitario.

   

Copyright © 2000-2014  ildocumentario.it