Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVII, 29 luglio  - 31 agosto 2016

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Mia madre fa l'attrice di Mario Balsamo
 Scadenze
1 agosto

Tokyo Docs

15 agosto

Sundance Film Festival

19 agosto

Festival dei Popoli

20 agosto

Sandalia Sustainability Film Festival

1 settembre

Rotterdam International Film Festival

9 settembre

Torino Film Festival


D'Anolfi-Parenti in gara a Venezia per il Leone d'Oro

I registi Massimo D'Anolfi e Martina Parenti sono in concorso a Venezia con il documentario 'Spira Mirabilis', incentrato sull’immortalità. La coppia di registi li avevamo intervistati per un altro loro bellissimo film, Il castello, in concorso al 29°Torino Film Festival. Vedi qui l'intervista e qui la notizia ANSA sulla loro selezione a Venezia.


Sheffield Doc/Fest 2016

Dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Giunto alla 23a edizione il Sheffield Doc Fest si conferma l’appuntamento più importante in Gran Bretagna per il mondo del documentario. Proiezioni, dibattiti, ospiti illustri oltre al “meetmarket”, il mercato che dal 2006 è diventato sempre di più un punto di riferimento per l’industria. Un festival che si è rivitalizzato molto negli ultimi anni e la cui guida quest’anno è passata a Elizabeth McIntyre.  Tra gli ospiti eccellenti Michael Moore, Ken Loach e David Attenborough. Numerose le sale di proiezione affollate da un pubblico altrettanto numeroso (intorno ai 29.000 spettatori), in un’atmosfera internazionale che ha visto arrivare a Sheffield 3500 delegati provenienti da oltre 60 paesi del mondo.
Continua in Notizie.

A Specchia La Festa di Cinema del reale

Si è conclusa il 23 luglio a Specchia (LE) La Festa di Cinema del reale diretta e fondata dal regista Paolo Pisanelli. Nell'edizione 2016 si segnala  L’omaggio a Giuseppe Ferrara, in collaborazione con l’Archivio Festival dei Popoli, e la visione de Il ballo delle vedove, in cui l’antico rituale del ballo dell’argia diventa terapia; lo screening fotografico delle immagini Pasolini a Calimera realizzate da Antonio Tommasi e La voce di Pasolini di Mario Sesti e Matteo Cerami rendono omaggio ad uno dei più grandi scrittori e pensatori del secolo scorso. Alle 22 è Dietro la legge, work in progress di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli, a essere presentato in anteprima prima di Girotondo, cortometraggio a firma di Costanza Quatriglio per il progetto 9X10 Novanta dell’istituto Luce. Si segnala inoltre la proiezione de Il successore di Mattia Epifani (guarda qui la nostra intervista al regista).

http://www.cinemadelreale.it


I vincitori di SiciliAmbiente Documentary Film Festival

Si è conclusa la VIII Edizione di SiciliAmbiente svoltasi dal 19 al 24 luglio a San Vito Lo Capo. Ecco tutti i vincitori: Per la sezione Documentari, Primo premio: La Bibliotheque est à nous di Kaspar Vogler (Francia), secondo premio: Decrescimento: dal mito dell'abbondanza alla semplicità volontaria di Luis e Manuel Picazo Casariego (Spagna), Premio Pubblico: Waste Mandala di Alessandro Bernard e Paolo Ceretto (Italia), Premio AAMOD: Loro di Napoli di Pierfrancesco Li Donni (Italia). Per i Cortometraggi, Primo premio: Lo Stato Brado di Carlo Lo Giudice (Italia),  Secondo premio: Umudugudu: Ruanda 20 anni dopo di Giordano Cossu (Francia), Premio Scuola Fuorinorma: Rosso e nero di Elena Caronia (Italia), Premio TTpixel: Mechanick di Margherita Clemente (Italia), Premio Scuola Fuorinorma: Mechanick di Margherita Clemente (Italia), Sezione Bike Shorts: Heartbeat di Filippo Cinotti (Italia).


Il doc "Ninì" in DVD

"Ninì" per la regia di Gigi Giustiniani e Raffaele Rezzonico, prodotto da La Fournaise, vincitore della Genziana d’Oro per il Miglior Film di Alpinismo e del Premio Città di Imola per il Miglior film italiano al 63°Trento Film Festival 2015, dopo in 21 festival in 14 paesi, e oltre 90 proiezioni in Italia e all’estero, sarà presto in Dvd. Il film realizzato grazie ad una campagna di crowdfunding che ha raccolto il consenso di oltre 70 sostenitori “dal basso”, continua il suo percorso aprendo una nuova campagna a sostegno della stampa del Dvd. La campagna di sostegno prevede la possibilità di prenotare una copia del Dvd (in tre opzioni) sul sito www.filmnini.com, con una donazione a sostegno del “Progetto Ninì” finalizzata alla  stampa del Dvd. I Dvd saranno disponibili per i sostenitori a partire dal mese di Luglio. Il film racconta la storia di Ninì Pietrasanta e del marito Gabriele Boccalatte, compagni di cordata e nella vita, vere e proprie star dell’alpinismo degli anni ’30. Il film ripercorre le vicende personali e atletiche accadute ai due protagonisti tra il 1932 e il 1938, quando la morte tragica di Gabriele in un incidente sul Monte Bianco, interruppe prematuramente una straordinaria storia di amore e di passione per la montagna. Il documentario ricostruisce le vicende private e pubbliche della coppia, attraverso le immagini inedite del loro l’archivio privato, composto da oltre 2000 fotografie e pellicole 16 mm girate dalla Pietrasanta, restaurate proprio grazie alla presedente campagna di crowdfunding.

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Parliamo di Paul Strand e di Cesare Zavattini e del loro libro "Un paese" (1955)

Nella precedente puntata dedicata alla mostra fotografica di Arturo Zavattini al Museo nazionale delle arti e tradizioni popolare di Roma e al libro-catalogo edito da Contrasto, ho appena fatto un accenno al libro di Strand e Zavattini pubblicato da Einaudi nel lontano 1955. Ora torno su questo argomento perché in questa storia ci sono dentro anch'io. Un lettore di questa rubrica potrebbe forse ricordare che nella puntata n. 10, intitolata "Parliamo tanto di ZA", uscita qualche anno fa (ma sempre ritrovabile attraverso l' Archivio di questo sito), già nella prima riga dicevo che Zavattini per me "è stato come un fratello maggiore". (...).

L'immagine inseguita

di Chiara Cremaschi

La mia ascia di guerra

di Andrea Zambelli

 

L’immagine che fa nascere il film di Andrea è traumatica. Nasce dopo l’incontro con Rino, che è stato il suo eroe da bambino, un nonno acquisito coraggioso e leggendario. Andrea va a trovarlo dopo parecchio tempo e l’uomo che si trova davanti è invece un vecchietto seduto su una poltrona, assente, con lo sguardo fisso davanti a sé, che non lo riconosce. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

Brasimone

di Riccardo Palladino (Italia, 2014, 45’)

UnUn turista disegna lo splendido panorama che ha davanti: un lago, alberi, colline. In fondo, semicelato nella foresta, uno strano enorme edificio. E una scritta: “Ogni buon lago che si rispetti deve avere il suo mostro.” Il bacino artificiale del Brasimone si trova in Emilia, appennini bolognesi ai confini con la Toscana. Ultimato nel 1911, è riserva naturale dal ‘95. (...)

Gabriele Salvatores Guest Director del TorinoFilmFestival

Gabriele Salvatores sarà a Torino durante la 34^ edizione del TFF, in programma dal 18 al 26 novembre prossimi e presenterà al pubblico una sezione da lui curata intitolata "Cinque pezzi facili". "Devo ringraziare questi cinque film, questi Cinque pezzi facili (ma non semplici), perché sono tra quelli che mi hanno impedito di fare l'avvocato" scrive Salvatores. "Un film può cambiarti la vita? Nel mio caso la risposta è sì." Il direttore Emanuela Martini: "Trovo che Gabriele Salvatores sia l'autore ideale per ricoprire il ruolo di Guest Director del TFF. È un regista che si muove tra spazi e suggestioni diverse, che rischia e osa temi e stili insoliti e, nello stesso tempo, non si sottrae al fascino della cultura popolare che, comunque, sottende il cinema. E la sua scelta dei "Cinque pezzi facili", come spiega qui, dimostra quanto Salvatores sia in sintonia con l'idea di un cinema che continua a reinventarsi, a rinascere, nel pieno spirito della tradizione del TFF".


Visioni notturne Sostenibili

Notte di documentari con gli autori

La manifestazione giunge alla sua quinta edizione e si trasforma in festival. La presente call è rivolta ai giovani artisti/registi che saranno impegnati – dal 20 al 26 agosto tra il Cretto di Burri di Gibellina e Poggioreale Antica – in un workshop produttivo finalizzato allo sviluppo di un progetto di documentario che abbia come tema “Geografie, Ideologie e Azioni”.

visioninotturnesostenibili.wordpress.com


S Is For Stanley

"S Is For Stanley" è la storia di Emilio D'Alessandro, autista personale di Stanley Kubrick. D’Alessandro conobbe fortuitamente Kubrick a Londra nel 1971, questi lo volle come suo autista personale e con lui instaurò un legame di amicizia profondissimo coronato nel 1999 da una serie di omaggi che il cineasta gli fece nel suo ultimo film, "Eyes Wide Shut". Lo fece recitare in un cameo, diede il suo nome al bar in cui si reca Tom Cruise, 'assunse' la moglie e la figlia Marisa come comparse. Un’amicizia che ha attraversato trent'anni di vita e che ha unito due persone, apparentemente diversissime tra loro. “Ho sentito parlare di Emilio D'Alessandro durante un'intervista alla moglie di Kubrick. poi ho letto la sua storia e mi ha talmente folgorato che ho voluto essere io ad imprimerla a futura memoria. E’ stato un viaggio bellissimo che mi ha avvicinato alla personalità incredibile di due uomini: uno del quale credevo di sapere tutto e in realtà non sapevo niente, un altro del quale non sapevo nulla e che mi ha lasciato a bocca aperta con la sua storia". Alex Infascelli. Il documentario è distribuito da Feltrinelli Real Cinema e Wanted.

Clicca qui per conoscere le città e i cinema in cui viene proiettato.

   

Copyright © 2000-2016  ildocumentario.it