Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVII, 1 - 15 maggio  2016

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
If Only I Were That Warrior di Valerio Ciriaci
 Scadenze
30 aprile

New Europe Market (NEM)

 

Jihlava International Documentary Film Festival

1 maggio

IDFA - International Documentary Film Festival Amsterdam

DORF Film festival

4 maggio

Ex Oriente Film

5 maggio

DOK Leipzig

10 maggio

Flahertiana International Documentary Film Festival

13 maggio

Sondrio Festival – Mostra Internazionale dei Documentari sui Parchi

16 maggio

Etnofilm Čadca

MoliseCinema

18 maggio

États généraux du film documentaire

26 maggio

Bando ammissione ZeLIG

18 maggio

Sardinian Sustainability Film Festival


Roma, 6, 19 e 20 maggio

Andreassi e Piccon maestri del documentario a Roma

Segnatevi le date: 6 maggio Raffaele Andreassi, 19-20 maggio Elio Piccon. I due padri del cinema documentario italiano saranno ricordati a Roma alla sala Trevi della Cineteca Nazionale con una corposa proiezione di loro film. Da non perdere, insomma. L'ingresso a tutte le proiezioni è gratuito.

Continua in Notizie.


Nuovo bando di ammissione per la scuola ZeLIG

La ZeLIG - Scuola di documentario ha appena annunciato il bando di ammissione al nuovo ciclo formativo 2016-2019. La data di scadenza per la presentazione della domanda è il 26 maggio 2016. La ZeLIG è un centro di formazione con sede a Bolzano. La formazione offerta dalla ZeLIG mira a fornire agli studenti gli strumenti necessari per entrare rapidamente nel mercato audiovisivo professionale. Uno dei principi didattici fondanti della formazione, anche in base alla posizione geografica della scuola, è l'approccio mulitinguistico e multiculturale. I corsi, infatti, si tengono in italiano, inglese e tedesco. Il processo di ammissione al ciclo formativo 2016-2019 si divide in due fasi: una prima fase in cui una commissione valuta la documentazione pervenuta entro il 26 maggio, ed una seconda fase in cui un massimo di 50 candidati è invitato all'esame di ammissione finale, che si terrà a Bolzano dall'11 al 16 luglio 2016. Per maggiori informazioni scrivete a info@zeligfilm.it oppure chiamate allo 0471/977930.


Workshop “Creare con il documentario”

Il festival internazionale della multimedialità urbana In\Visible Cities propone ogni anno un programma di spettacoli, performance, workshop e installazioni volte alla valorizzazione del patrimonio tangibile e intangibile dalle città utilizzando i linguaggi della multimedialità e delle nuove tecnologie. Dal 11 al 14 maggio in particolare si terrà il workshop “Creare con il documentario” dedicato alla produzione documentaria e che analizzerà nello specifico il documentario di creazione e i modelli di narrazione ad esso collegati. Attraverso lezioni frontali, esercitazioni e la visone di materiali si analizzerà il percorso che porta alla realizzazione di un film documentario in tutte le sue parti dall’ideazione al montaggio. Inoltre una particolare attenzione sarà dedicata al rapporto tra realtà e finzione e all’utilizzo creativo di immagini di repertorio analizzando il caso pratico di un documentario in fase di produzione.

http://invisiblecities.eu/


Ripreso Bene - Confiscati Bene

Il concorso  “Ripreso Bene” nasce su ispirazione del progetto “Confiscati Bene” promosso dall’Associazione “OnData”  (Associazione per la promozione della trasparenza e della cultura dei dati attraverso le competenze digitali e il giornalismo investigativo).  Quanti sono in Italia i beni confiscati alla criminalità organizzata? Dove sono? Quanto valgono? Come vengono riutilizzati? "Confiscati Bene" è un progetto partecipativo promosso per favorire la trasparenza, il riuso e la valorizzazione dei beni confiscati alle mafie, attraverso la raccolta, l’analisi dei dati e il monitoraggio dei beni stessi. L’obiettivo del video contest “Ripreso Bene” inserito nella quinta edizione di Corto di Sera è quello di sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza della gestione dei beni confiscati. Denunciarne lo stato di abbandono o raccontare storie che abbiano come protagonista uno o più i beni confiscati alla criminalità organizzata presenti su tutto il territorio nazionale.

https://cortodisera.wordpress.com


Monselice (PD), 2 - 5 giugno

La Cina a Monselice

L'Etnofilmfest, festival del film documentaristico etnografico, si tinge di rosso per accogliere il Paese del Dragone. La novità della nona edizione dell'Etnofilmfest sarà infatti un focus sulla Cina contemporanea attraverso la proiezione di alcuni documentari girati da cineasti cinesi ( appositamente tradotti in italiano), ma soprattutto grazie all'arrivo in Italia di artisti contemporanei cinesi facenti capo alla prestigiosa Galleria Guozhong del “Song Zhuang”, il noto villaggio degli artisti di Pechino.

Il festival, diretto dal regista e antropologo Fabio Gemo, si svolgerà a Monselice dal 2 al 5 giugno.


Storia di un'adolescenza breve

E' in uscita per i tipi della Carocci il nuovo libro di Virgilio Tosi, regista, divulgatore scientifico e autore sul nostro portale della rubrica "La rubrica di Virgilio". Autobiografia, rievocazione storica e storia della cultura si intrecciano in questo libro che ripercorre il decennio fra il 1936 e l'immediato dopoguerra. È il racconto di un'adolescenza "breve" che Virgilio Tosi ha trascorso lavorando fin dai quattordici anni, pur con la ferma decisione di proseguire gli studi e occuparsi di teatro, la sua grande passione. Diciassettenne, in piena guerra, lascia la famiglia per trasferirsi da solo a Roma, dove diventa segretario dell'ETI ancor prima di conseguire la maturità. Sullo sfondo del conflitto mondiale si snodano piccoli e grandi accadimenti, dai viaggi di lavoro sotto i bombardamenti alle difficoltà della vita quotidiana, dai fatti di Piazzale Loreto alla fondazione del Piccolo Teatro di Milano. Le storie sono ricostruite grazie al ricco archivio personale dell'autore, composto anche da decine di minuscole agende che riportano gli impegni giornalieri, i film e gli spettacoli visti e le persone incontrate, tra le quali spiccano alcuni dei futuri protagonisti della vita culturale italiana come Damiani, Guerrieri, Lizzani o già affermati come Zavattini. Una testimonianza, quasi un film documentario non girato ma scritto, che l'autore offre ai giovani di oggi e di domani. Clicca sui link per acquistare il libro su IBS o Feltrinelli.

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Parliamo tanto di AZ - Arturo Zavattini

I lettori che seguono questa rubrica noteranno un'anomalia nel titolo di questa puntata: infatti un titolo simile è già apparso più volte nella rubrica, ma si trattava di Parliamo tanto di ZA, intendendo ZA per Zavattini, Cesare Zavattini, per la precisione padre di Arturo. E per essere ancora più precisi: questo titolo era nato come allusione al libro d'esordio di ZA, Parliamo tanto di me, del 1931. Questa volta, invece, si tratta del figlio di ZA, Arturo, nato nel 1930, un anno prima del primo libro di suo padre. Arturo scoprirà la fotografia nel 1949 quando chiederà al padre di regalargli una macchina fotografica: una Ferrania Condor. La sua prima macchina fotografica. E la fotografia diventerà per Arturo Zavattini una scoperta importante che caratterizzerà tutta la sua attività futura.(...).

L'immagine inseguita

di Chiara Cremaschi

La mia ascia di guerra

di Andrea Zambelli

 

L’immagine che fa nascere il film di Andrea è traumatica. Nasce dopo l’incontro con Rino, che è stato il suo eroe da bambino, un nonno acquisito coraggioso e leggendario. Andrea va a trovarlo dopo parecchio tempo e l’uomo che si trova davanti è invece un vecchietto seduto su una poltrona, assente, con lo sguardo fisso davanti a sé, che non lo riconosce. (...)

Critica doc

di Dante Albanesi

Brasimone

di Riccardo Palladino (Italia, 2014, 45’)

Un turista disegna lo splendido panorama che ha davanti: un lago, alberi, colline. In fondo, semicelato nella foresta, uno strano enorme edificio. E una scritta: “Ogni buon lago che si rispetti deve avere il suo mostro.” Il bacino artificiale del Brasimone si trova in Emilia, appennini bolognesi ai confini con la Toscana. Ultimato nel 1911, è riserva naturale dal ‘95. (...)

Skopje Film Festival

Dal 22 al 30 aprile si è svolto nella Repubblica di Macedonia lo Skopje Film Festival. Lo abbiamo seguito con questo breve fotoreportage: http://tinyurl.com/SkopjeFilmFestival


Vicenza, fino al 1 maggio

Working Title Film Festival

Il primo maggio è l'ultimo giorno della prima edizione di "Working Title Film Festival", a Vicenza. Il festival finisce con tre documentari italiani: Dalle 19.00 due film di Costanza Quatriglio: Con il fiato sospeso e Triangle. Alle 21.30 sul grande schermo "Il successore" di Mattia Epifani, premio Cipputi all'ultimo Torino Film Festival Guarda qui la video intervista al regista: https://youtu.be/2jokeCqKGyw


Cinevasioni

Prima edizione di Cinevasioni, primo festival del cinema in carcere, in programma dal 9 al 14 maggio all’interno della casa circondariale della Dozza. Non un festival sul carcere, ma un festival in carcere. Undici le opere in Concorso – cinque di finzione e sei di genere documentario - che saranno proiettate all’interno della sala cinema della Dozza e che saranno accompagnate e presentate dai loro autori. Matteo Garrone con Il Racconto dei Racconti e Daniele Luchetti con Chiamatemi Francesco apriranno e chiuderanno Cinevasioni. In mezzo tanti altri film e ospiti, il programma completo sarà presentato il 4 maggio. http://www.cinevasioni.it


Proroga mostra fotografica di Arturo Zavattini

Una buona notizia: l’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia in considerazione del grande interesse del pubblico e della critica ha deciso di prorogare fino al 29 maggio la mostra allestita presso il Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari  AZ - Arturo Zavattini fotografo  Viaggi e cinema, 1950-1960, ideata e curata da Francesco Faeta e Giacomo Daniele Fragapane:  178  fotografie di grande formato, in massima parte inedite,  che illustrano l’intensa attività del fotografo tra il 1950 e il 1960, decennio cruciale della storia del nostro Novecento. Leggi qui l'articolo di Virgilio Tosi.

   

Copyright © 2000-2016  ildocumentario.it