Fondato e diretto da Stefano Missio e Francesco Gottardo

  EN  |  ES  |  FR  |  RU 

Anno XVI, 15 dicembre 2014 -15 gennaio 2015

Home Page | Notizie | Festival | Proiezioni | Set | Tecnica | Pubblicazioni | Formazione | Video | Archivio

 Iscriviti alla mailing list

 Nome/Nick

 Cognome

 Professione

 E-mail*

* obbligatorio

 Proiezioni
Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno
Io sto con la sposa di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande, Khaled Soliman Al Nassiry
Buongiorno Taranto di Paolo Pisanelli
Le ceneri di Gandhi di Massimiliano Troiani di Walter Bencini
Il cibo dell'anima di Piero Cannizzaro
La bella Virginia al bagno di Eleonora Marino
 Scadenze
12 dicembre

SilverDocs

Bergamo Film Meeting

15 dicembre

DocAviv

Play-Doc

R.I.F.F. Rome Independent Film Festival

Festival International de Films de Femmes de Creteil

18 dicembre

International Documentary Film Festival Munich

19 dicembre

Buenos Aires Festival Internacional de Cine Independiente (BAFICI)

Belfast Film Festival

FIFF - Festival International de Films de Fribourg

31 dicembre

IndieLisboa

2 gennaio 2015

DOXA Documentary Film Festival

5 gennaio 2015

Linz Film Festival

10 gennaio 2015

Mediawave - International Film and Music Festival

11 gennaio 2015

Edinburgh International Film Festival

Raccontare l'avventura


IDFA 2014

dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Circa 250.000 biglietti venduti in 12 giorni di festival. Il gigante IDFA prosegue lungo la via dei record e fa sorridere ancora una volta la direttrice Ally Derks.

“On man and Wars” di Laurent Bécue-Renard vince il premio come miglior lungometraggio (guarda qui il video della premiazione).Il premio speciale della giuria nella sezione lungometraggi è invece andato a Hanna Polak per “Something Better to Come”. In Notizie, assieme a tutte le motivazioni per i premi assegnati, potete trovare la continuazione del report sul festival di Amsterdam, con i capitoli Oxfam Novib, Italiani all’IDFA, K-Pitch. Il reportage fotografico dal festival: http://tinyurl.com/IDFA2014


Torino Film Festival 2014

Si è conclusa la 32a edizione del Torino Film Festival. La giuria di Italiana.doc ha scelto come Miglior Film Rada di Alessandro Abba Legnazzi. Il Premio Speciale della giuria è andato a 24 heures sur place di Ila Bêka e Louise Lemoine. La giuria di Internazionale.doc ha scelto come Miglior Film Endless Escape, Eternal Return di Harutyun Khachatryan. Il Premio Speciale della giuria è andato a Snakeskin di Daniel Hui. Premio Cipputi – Miglior film sul mondo del lavoro è stato assegnato a Triangle di Costanza Quatriglio. Il Premio AVANTI! (Agenzia Valorizzazione Autori Nuovi Tutti Italiani) propone, per la distribuzione nel circuito culturale curata da Lab 80 film, il seguente film: Memorie – In viaggio verso Auschwitz di Danilo Monte. Il Premio Gli Occhiali di Gandhi è andato a Qui di Daniele Gaglianone. In Notizie le motivazioni delle giurie per ciascun premio. Il reportage fotografico del festival. Qui le interviste ai registi in esclusiva per il nostro portale: Ila Bêka, Danilo Monte, Emiliano Dante, Anna Recalde Miranda, Simone Cangelosi, Alessandro Abba Legnazzi, Marco Ugolini. Qui invece potete vedere gli incontri col pubblico di Ila Bêka, Danilo Monte, Jacopo Quadri e Luca Ronconi. La video playlist la trovate sul nostro canale video.

Il sito ufficiale del festival con tutte le info e il programma: http://www.torinofilmfest.org


“Les Tourmentes” di Pierre-Yves Vandeweer vince Filmmaker Festival di Milano

Si è chiusa l'edizione 2014 di Filmmaker Festival con un bilancio molto positivo. “Les Tourmentes” di Pierre-Yves Vandeweer ha vinto il Filmmaker Festival. Il secondo premio è stato assegnato a “Sobre la Marxa (The Creator of the Jungle)” di Jordi Morato. Il Premio Giovani, assegnato da un gruppo di studenti di cinema delle università milanesi, è stato vinto da “Lupino” di François Farellacci. 108 i titoli presentati, 62 gli ospiti intervenuti, due le masterclass organizzate per un pubblico attento e numeroso che ha totalizzato circa 7000 presenze. Varie proiezioni hanno registrato il tutto esaurito. Molto significativo il riscontro della giornata Industry organizzata in collaborazione con il Milano Film Network, cui hanno partecipato i principali produttori indipendenti del cinema italiano

Sergei Loznitsa vince il 55/o Festival dei Popoli

È Maidan (Ucraina, Paesi Bassi, 2014), il documentario del regista Sergei Loznitsa che racconta i 90 giorni di proteste contro il presidente ucraino Yanukovich, a vincere il Premio Miglior Lungometraggio del Concorso Internazionale del 55/o Festival dei Popoli di Firenze. Il Premio per il Miglior Mediometraggio è andato a Memoria Oculta di Eva Villaseñor. La Targa Gian Paolo Paoli, premio al miglior film etno-antropologico, è andata a Yaar di Simon Gillard.Il Premio Cinemaitaliano.info – CG Home Video, che consiste nella pubblicazione e distribuzione del film in dvd nella collana POPOLI doc, è stato assegnato a SmoKings di Michele Fornasero.

http://www.festivaldeipopoli.org


"Il treno va a Mosca" esce in DVD

Il documentario di Federico Ferrone e Michele Manzolini, presentato in concorso ufficiale al 31° Torino Film Festival e al 49° Karlovy Vary International Film Festival, esce in DVD. Oltre al film trovate contenuti speciali, filmati 8mm inediti e un libretto con recensioni e contributi originali. Lo trovate in libreria a meno di 10 euro (se non c'è chiedete di ordinarlo!) oppure online:

http://www.amazon.it/Il-Treno-Mosca

oppure

http://film-dvd.dvd.it/dvd-documentari


Io sto con la sposa

Da due mesi nelle sale, Io sto con la sposa è diventato un caso grazie al passaparola. Il documentario, diretto da Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry, è stato a lungo in vetta alle classifiche per incassi media schermo ed è alla nona settimana consecutiva di programmazione nelle sale. Io sto con la sposa, diretto da Antonio Augugliaro con Gabriele Del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry, è il sorprendente risultato di una produzione dal basso. Grazie alla rete e a una potente campagna di crowdfunding, in 60 giorni sono stati raccolti 100mila euro sulla piattaforma indiegogo con il contributo di 2.617 persone provenienti da 38 paesi di tutto il mondo. Si tratta del più grande crowdfunding mai realizzato in Italia e di uno dei migliori risultati a livello internazionale sul fronte del documentario. Il film è stato presentato alla 71° Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti, Fuori concorso, ed è subito diventato un caso. Uscito al cinema il 9 di Ottobre, è ancora nelle sale ed è stato in vetta alle classifiche per incassi media schermo. Ad oggi ha incassato oltre 300.000 euro. Guarda l'intervista di Paolo G. Sulpasso ad Antonio Augugliaro, co-regista del film..


Spaesamenti/Dépaysements

A Forcalquier, il 18-19-20 dicembre 2014 si parlerà di cinema e frontiere, per una tre giorni aperta a tutti di proiezioni, incontri e dibattiti in cui a essere protagonisti saranno 10 film documentari che riflettono sui confini e le frontiere del mondo contemporaneo, i loro autori e il pubblico in sala. Il programma è molto ricco. Le proiezioni dei film documentari selezionati in Italia e in Francia dai gruppi di lavoro di Spaesamenti/Dépaysements avranno luogo in due diverse location, il Cinema Le Bourguet e lo Spazio Culturale La Bonne Fontaine, e saranno accompagnate da alcuni eventi collaterali, con proiezioni dedicate alle scuole, una mostra fotografica, una serata speciale di proiezione di cortometraggi proposti dall'Agence du Court Métrage nell'ambito di Le jour le plus court, momenti di degustazione di prodotti locali e, per gli amanti della lettura, uno stand di libri a tema "cinema e frontiere". L'appuntamento per tutti è dunque in Alta Provenza, a Forcalquier, in attesa di conoscere i dettagli della seconda tappa del festival, che avrà luogo in Italia, a Susa, il 27-28 febbraio e 1 marzo 2015. http://www.spaesamenti.eu 

 

La rubrica di Virgilio

di Virgilio Tosi

Parliamo tanto di ZA - Il film jugoslavo "RAT" (La guerra - 1960)

Terza parte

Dopo aver scoperto che esisteva una edizione americana uscita in DVD nel 2002 del film di Bulajic - Zavattini del 1960 mi posi il problema di scoprire come procurarmene una copia. Sapevo solo che la versione americana del film Rat' (La guerrra) si intitolava Atomic War Bride. Il caso volle che, mentre cercavo su internet tracce del DVD, mi capitò di trovare sul sito di vendite on-line "ebay.com", nella categoria Movie Memorabilia, un esemplare unico definito "raro" di un poster del film. Il prezzo richiesto (già scontato del 25%) era di US$ 266.99 ai quali bisognava aggiungere altri 15$ per le spese di spedizione internazionale, in quanto l'oggetto offerto si trovava a Novi Sad, in Serbia. Sulla riproduzione a colori del poster si vedevano, in primo piano, i due giovani protagonisti, lei vestita di bianco da sposa, entrambi con gli occhi sbarrati pieni di terrore.(...).

 

Critica doc

di Francesca Garrisi

Quaderni Gitani, l’omaggio di Giovanni Princigalli ai suoi eroi fragili

Oltre alla battaglia fisica che si consuma drammaticamente in Piazza Tahrir, The Square racconta una battaglia forse anche più importante: quella tra la Grande e la Piccola Comunicazione. Da una parte la legione di televisioni e stampa “ufficiali”, non sempre o non del tutto tendenziosa o di regime, ma inevitabilmente costretta a produzioni celeri e fruizioni fugaci: un sistema che lascia pochissimo margine a una riflessione elaborata e a meticolose ricerche delle fonti; e dall’altra una schiera di cineprese, cellulari, tablet e ogni tipo di protesi audiovisiva, fiume ininterrotto di pixel che si rovescia nell’oceano del web. (...)

 

Corrispondenze

dal Giappone, Matteo Boscarol

Sanrizuka: Heta buraku

Nel primo lavoro della Ogawa Pro che abbiamo analizzato, Summer in Narita del 1968, la macchina da presa si buttava letteralmente nella mischia delle lotte di resistenza contro la costruzione dell’aeroporto di Narita. L’occhio guidato da Tamura Masaki e Otsu Koshito seguiva l’azione ed in molti casi provocava quasi sfrontatamente le forze di polizia puntando loro contro, come se fosse un’arma, la cinepresa. Era un documentario quello, costruito con una grammatica squisitamente cinematografica, montaggio, primi piani, commento e, soprattutto nel finale, anche con un uso extradiegetico della musica, un raffinato racconto, molto di parte certamente, della lotta dei contadini della zona. Con Heta buraku ci spostiamo in tutt’altra dimensione, Ogawa ed il suo collettivo decidono di fare un passo indietro rispetto all’azione e di rivolgere il loro sguardo verso il tessuto che costituisce il villaggio, le abitudini e le conseguenze di questa resistenza oramai portata avanti da quasi un decennio. (...)

Raccontare l'avventura 2015

Sono aperte le iscrizioni per la decima edizione del workshop “Raccontare l'avventura". L'iniziativa è rivolta a filmmakers che vogliono perfezionare le proprie competenze sulla scrittura, lo sviluppo e la presentazione di un progetto di un film documentario. Al workshop vengono ammessi: 10 progetti per lo sviluppo e la presentazione al pitching, con i relativi autori (un progetto può essere accompagnato da uno o più autori o produttori), 15 partecipanti senza un progetto di film. Il workshop è strutturato in tre moduli, due si svolgono a Trento ed uno, intermedio, con un lavoro online via web. Continua in Notizie.
www.zeligfilm.it/raccontareavventura 

DOCS INCHEON: Il porto nascente del Documentario Asiatico

dal nostro inviato Paolo G. Sulpasso

Dal 1 al 5 novembre, nella cornice di Incheon, il porto più importante della costa occidentale coreana, è approdata la comunità del documentario coreano e asiatico. Alla sua seconda edizione, il DOCS PORT INCHEON, è rappresentativo del fermento della produzione documentaristica coreana e delle politiche governative atte a supportarne lo sviluppo. Questo evento è anche rappresentativo della crescita di una rete di co-produzione internazionale tra i paesi asiatici per progetti asiatici.

Cinque giornate intense che sono ruotate intorno a 30 progetti selezionati per il pitching: 12 coreani per il K-Pitch, 10 asiatici per l’A-Pitch e 8 progetti scelti per il Rough Cut sales, ossia progetti ormai terminati. Una platea di Commissioning editor principalmente asiatici e un ricco quantitativo di premi per supportare la produzione dei documentari in ogni sua fase. Premi concreti, risorse materiali per supportare la preparazione dei trailer, la produzione, la post-produzione, fino alla distribuzione con l’impegno di cinema indipendenti alla distribuzione in sala per 2 settimane dei progetti più promettenti.

I progetti vincitori (vedi galleria fotografica). Cosa sta succedendo nel mercato di documentari asiatici (video ).


Workshop per produttori a Torino

Il Creative Europe Desk Media di Torino organizza giovedì 18 dicembre il workshop per produttori sui nuovi bandi 2015 del sottoprogramma Media di Europa Creativa (sviluppo opere singole, sviluppo Slate Funding, TV Programming).

http://www.media-italia.eu


Filippo Ticozzi vince a Tehran

Inseguire il vento di Filippo Ticozzi ha vinto il premio miglior documentario (mid-length) a Cinema Verite a Tehran!


I vincitori del River to River Florence Indian Film Festival

Il River to River Doombo Audience Award quest'anno è stato vinto da Hechki di Kartik Singh (sezione cortometraggi), Chronicles of a Temple Painter di Shravan Katikaneni (sezione documentari) e Sold di Jeffrey Brown (sezione lungometraggi).

http://www.rivertoriver.it  


"Fiamme di Gadda" vince ad Asti

Il documentario di Mario Sesti "Fiamme di Gadda" ha vinto il premio per il miglior documentario all'Asti Film Festival.


Formello doc

Torna Formello doc, la rassegna di documentari d’autore, curata dalla filmaker Sabrina Varani, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e con il Contributo della Regione Lazio, quest’anno dedicata alle migrazioni. Quattro proiezioni in presenza dei registi, a Palazzo Chigi di Formello: 28 novembre ("Nadea e Sveta" di Maura Delpero), 5 dicembre ("Anija, la nave" di Roland Sejko), 13 dicembre ("Ritals, domani me ne vado" di Sophie e Anna Lisa Chiarello), 19 dicembre ("Va' pensiero  storie ambulanti" di Dagmawi Yimer)

Le proiezioni hanno inizio alle ore 18.30 e l'ingresso è gratuito. scarica qui la brochure.

 
   

Copyright © 2000-2015  ildocumentario.it